Green

"Mare o discarica?": veleggiata alla Cala contro l'abbandono dei rifiuti

Organizzata da Lisca Bianca, Palma Nana e dalla Lega navale italiana nell'ambito dell'iniziativa "Liberiamoci dalla plastica". Il sindaco Orlando: "Un atto di amore per Palermo"

Rifiuti alla Cala - foto archivio

Due giorni di eventi per sensibilizzare i palermitani contro l'abbandono dei rifiuti in mare. Lisca Bianca, Palma Nana e la Lega navale italiana danno vita, oggi e domani, all'iniziativa "Liberiamoci dalla plastica". 

"Durante l’estate - spiegano gli organizzatori - abbiamo navigato a bordo di Lisca Bianca e delle altre barche della Lega navale osservando troppo spesso rifiuti in acqua, soprattutto in materiale plastico, percorrendo miglia e miglia alla ricerca di un mare 'pulito' in cui poter fare un bagno. Il rientro al porticciolo della Cala, dove si trovano ormeggiate le barche, ci poneva davanti agli occhi uno scenario aberrante, gli abitanti sembrano essere abituati a buttare in acqua di tutto: carta, chicche, lattine, bottiglie vuote di vetro e chiaramente di plastica. Nel tempo, per effetto del moto ondoso e dei raggi solari, le plastiche in mare si frammentano in microplastiche, entrano nella catena alimentare, divenendo cibo per i pesci e un pericolo, oltre che per gli ecosistemi marini, per la salute umana. Da qui nasce il desiderio di non essere osservatori passivi dello scempio quotidiano, ma attori del cambiamento. Non vogliamo più, con il solito silenzio e atteggiamento di rassegnazione, essere complici di questo degrado che sta trasformando la nostra amata Palermo, splendida città d’arte, con un litorale invidiabile, in una discarica a cielo aperto". 

Domani si terrà una veleggiata simbolica e circa 30 tra adulti e bambini hanno chiesto di salire a bordo, per dire insieme “Noi proteggiamo il mare" Nel pomeriggio puliranno il porticciolo della Cala e ci saranno laboratori tematici in banchina.

Plauso all'iniziativa viene dal sindaco e dal cicesindaco, che ricordano come "il primo passo per la pulizia della città e del mare lo compiono i cittadini ogni giorno, scegliendo quali oggetti utilizzare, quali imballaggi usare e, soprattutto, come smaltire i propri rifiuti. Con questa manifestazione che è un segno di amore e attenzione per Palermo e per il suo mare, speriamo con le associazioni di mandare un messaggio d iimpegno e responsabilità a tutti i nostri concittadini".

Il programma 

Venerdi 5
Ore 16,00- Ecomuseo Mare Memoria Viva via Messina Marine  27 - Incontro “La storia della costa di Palermo e l’impatto dei rifiuti a mare”

Sabato 6 
Ore 10,30 - Porticciolo della Cala - Veleggiata a bordo di Lisca Bianca, Azimut e altre imbarcazioni, sia di armatori soci della Lega Navale che di privati. L’obiettivo è quello sensibilizzare i partecipanti al recupero della plastica galleggiante in mare, sul ruolo ecologico della Posidonia oceanica e suI comportamenti consapevoli e adeguati di chi ama, rispetta e vive il mare. A bordo di Lisca Bianca sarà presente anche un educatore ambientale della cooperativa Palma Nana. Rientro previsto per le 14.

Ore 16 – Porticciolo della Cala - Raccolta della plastica alla Cala e spazio divulgativo in banchina sull’impatto dei rifiuti in mare.

Dalle 16 alle 18 - banchina davanti Lisca Bianca - Momento laboratoriale-divulgativo sull’impatto della plastica in mare, organizzato dalla cooperativa Palma Nana. Contemporaneamente i volontari, insieme a tutti i partecipanti, effettueranno alla Cala la pulizia dai rifiuti sia a terra che a mare. Al termine sarà consegnato ai bambini, un attestato di partecipazione come “Difensore del mare”.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mare o discarica?": veleggiata alla Cala contro l'abbandono dei rifiuti

PalermoToday è in caricamento