Terrasini, cambia la raccolta differenziata dei rifiuti: il nuovo calendario

Le novità saranno il vigore a partire dal 25 luglio. Interessato dal porta a porta tutto il territorio, tranne Contrada Femmina Morta e lo Zucco. La domenica la raccolta si ferma: vietato conferire i rifiuti dalle ore 8 del sabato alle ore 6 del lunedì

Dal 25 luglio cambia il calendario della raccolta differenziata e del servizio porta a porta a Terrasini. Nuove anche le regole: lo scorso 15 luglio il regolamento del servizio, partito ad aprile, è stato modificato dal neo eletto consiglio comunale con lo scopo di diminuire i rifiuti indifferenziati da smaltire, favorire il recupero dei materiali, contenere i costi della gestione integrata dei rifiuti urbani in equilibrio con i benefici derivanti dalla raccolta differenziata e assicurare ai cittadini servizi che, nei limiti imposti dalle compatibilità economiche, rispondano alla fondamentale esigenza di contribuire alla corretta gestione del territorio e alla sua difesa, salvaguardando, oltre alle condizioni igienico-sanitarie della collettività, anche quelle ambientali.

"Non possiamo permetterci più di conferire in discarica la spazzatura. La nuova ordinanza del Presidente della Regione Siciliana ha ridotto da 18 a 16,7 tonnellate il conferimento giornaliero. D'estate la popolazione di Terrasini passa da 11 mila a 20 mila abitanti ed è difficilissimo rientrare in queste cifre imposte dal governatore Rosario Crocetta. Le regole però vanno rispettate quindi la differenziata, che ha raggiunto quota 60%, è l'unica strada percorribile", spiega l'assessore Angelo Cinà a PalermoToday.

Gli orari del conferimento e le modalità di raccolta. Il nuovo calendiario prevede la raccolta dell'umido tre volte a settimana (il lunedì, il mercoledì e il sabato); il martedì è il giorno dell'indifferenziato; il giovedì della plastica; il venerdì invece si alterna la raccolta del vetro/alluminio e dell'acciaio (primo e terzo vernerdì del mese) con quella della carta e del cartone (secondo e quarto venerdì del mese). La domenica la raccolta si ferma e per evitare che la spazzattura si accumuli per le strade è vietato esporre i rifiuti dalle ore 8 del sabato alle ore 6 del lunedì. I trasgressori verranno multati. Le sanzioni, disciplinate dalla vecchia ordinanza ancora vigente, vanno da 50 a 500 euro.

"Il servizio di porta a porta esclude le periferie estreme del territorio comunale, ovvero lo Zucco e Contrada Femmina Morta. Chi abita in quelle zone deve conferire i rifiuti, differenziati nei cassonetti o ancora meglio portarli presso il Centro di raccolta rifiuti sulla strada Statale 113. Se tutti ci impegnassimo a fare la raccolta differenziata, le strade non si riempirebbero di sacchi della spazzatura e soprattutto diminuirebbe il costo de servizio. Insieme rendiamo sempre più pulita la nostra bellissima Terrasini. Siamo convinti che fare la raccolta differenziata sia un gesto di civiltà. L'amministrazione sarà attenta e rigida con i trasgressori", conclude l'asssessore.

Per istruire i cittadini, il meetup del M5S di Terrasini ha lanciato una campagna informativa: stasera "saremo al Villaggio dei Pescatori per fare una corretta informazione sulla tematica, perché pensiamo che sia la base di partenza per raggiungere questa agognata pulizia del paese. Faremo anche simulazioni di raccolta per dare l'opportunità a tutti i partecipanti di imparare come si fa una corretta raccolta differenziata ed anche per togliere molti dubbi che generalmente si hanno al riguardo. Con l'occasione distribuiremo anche i nuovi opuscoli con il calendario della raccolta per i mesi di agosto e settembre. Presto arriveranno anche i corsi di compostaggio domestico", scrivono sulla pagina Facebook. 

"Ora abbiamo un regolamento valido che esprime una chiara volontà politica e da linee guida corrette per la gestione del servizio di raccolta differenziata e del servizio di raccolta porta a porta e vigileremo affinché non resti soltanto parole scritte sulla carta e tempo sprecato. La nostra portavoce ha ribadito e risposto alle accuse ingiuste del gruppo consigliare di opposizione Terrasini Futura di essere e rimanere anch'essa opposizione, ma costruttiva e propositiva. Il nostro obbiettivo è sempre stato, è e sarà il bene comune. I giochetti politici e/o gli "inciuci" li lasciamo fare agli altri, non fanno parte del nostro modo di fare e di vedere la politica", il commento della consigliera del M5s Eva Deak.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento