Lunedì, 21 Giugno 2021
energia

Vetromattoni fotovoltaici, l’invenzione dello spin off palermitano SBskin

Le celle solari vengono applicate direttamente all'interno del mattone, costituendo poi dei pannelli da applicare sulle facciate. Così facendo l'edificio potrà autoalimentarsi e ridurre le emissioni di anidride carbonica

(a destra) Luisa Pastore, una delle co-founder, davanti ai vetromattoni

Hanno inventato un vetromattone con pannelli solari, facendo sì che l’edificio possa autoalimentarsi (o almeno in parte) e riducendo le emissioni di anidride carbonica. Si tratta dell’ultima invenzione dello spin off palermitano Smart Building Skin srl, start up nata nel 2013, che ha creato un pannello con celle solari di terza generazione che possono produrre l’energia sufficiente ad alimentare l’edificio sul quale viene applicato. La ricerca è andata avanti “senza alcun supporto economico significativo - ha dichiarato la Ceo e cofondatrice di SBskin Rossella Corrao a EconomyUp.it - ma grazie alla buona volontà e l’abnegazione di alcuni tesisti, prima, dottorandi, poi, oggi diventati co-founder".

I vetromattoni fotovoltaici, a differenza dei prodotti realizzati dalla concorrenza, prevedono l’inserimento delle celle solari direttamente all’interno. Niente, dunque, da applicare sul vetro piano. Una volta assemblati, i mattoni (per cui sono richiesti solo 15 minuti) vanno a formare dei pannelli precompressi che possono essere installati sulle facciate degli edifici e che sono resistenti al vento e agli eventi sismici. Il tutto in salsa "made in Italy": i prodotti dello spin off sono personalizzabili in colori, trasparenza e design. La SBskin ha vinto il primo premio agli Smart City Innovation Awards 2015 che si sono tenuti a Milano e ora punta all’EmTech di Boston.

“Speriamo di concretizzare e rendere più fattivi i nostri rapporti con il MIT Media Lab - ha aggiunto Corrao - magari avviando qualche collaborazione per lo sviluppo di uno dei prodotti ‘smart’, ovvero le linee Solar e Light che abbiamo nel cassetto. Abbiamo bisogno di investitori e partner industriali o commerciali per completare i prototipi e arrivare alla certificazione dei prodotti delle tre diverse linee. Stiamo cercando di concludere delle importanti partnership con produttori di celle DSC e vetromattoni e di avviare partnership commerciali strategiche per affrontare il mercato globale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vetromattoni fotovoltaici, l’invenzione dello spin off palermitano SBskin

PalermoToday è in caricamento