Scuola

Scuola, al via le iscrizioni online: come presentare la domanda entro il 25 gennaio

Le iscrizioni online riguardano le alunne e gli alunni e le studentesse e gli studenti delle classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e II grado e i centri di formazione professionale che hanno aderito

Al via le iscrizioni online per il prossimo anno scolastico, il 2021/2022. Le domande potranno essere effettuate dalle ore 8 del 4 gennaio 2021 alle ore 20 del 25 gennaio 2021 sulla pagina dedicata del Ministero dell’Istruzione.

La registrazione al portale 

Per eseguire la procedura occorre aver effettuato la preventiva registrazione al portale, attiva già dal 19 dicembre 2020 e per tutta la durata del periodo delle iscrizioni. Chi è in possesso di un’identità digitale (Spid) potrà accedere al servizio utilizzando le credenziali del proprio gestore e senza effettuare ulteriori registrazioni. Inoltrare la domanda per primi non dà priorità di accoglimento da parte della scuola. 

Le iscrizioni online riguardano le alunne e gli alunni e le studentesse e gli studenti delle classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e II grado e i Centri di formazione professionale regionali che hanno aderito.  

Come compilare la domanda 

Da quest'anno una nuova interfaccia grafica semplice e intuitiva e l’assistente virtuale ‘Iolly’ guideranno gli utenti nella compilazione della domanda. Sulla pagina dedicata www.istruzione.it/iscrizionionline e sul canale YouTube del Ministero dell’Istruzione, sono poi disponibili tre video tutorial per accompagnare le famiglie in tutte le fasi dell’iscrizione online. Un’App del portale "Scuola in Chiaro" consentirà di reperire facilmente le principali informazioni su ciascun istituto. 

L’adesione alla procedura d’iscrizione online è facoltativa per le scuole paritarie. L’iscrizione si effettua, invece, in modalità cartacea per la scuola dell’infanzia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, al via le iscrizioni online: come presentare la domanda entro il 25 gennaio

PalermoToday è in caricamento