Come diventare un musicista "moderno", i corsi alla scuola di musica dello Spasimo

Il Brass riparte dalla Scuola Popolare di Musica. Il 4 e 5 luglio riprendono pure i concerti didattici. Attraverso itinerari di studio diversificati, attività individualizzate e concrete esperienze musicali si offre all’allievo la possibilità di costruire un curriculum qualificato

Dopo avere sanificato i locali dello Spasimo e ottenuto il parere favorevole della Protezione Civile, dal 3 giugno riprenderanno a suonare le aule rinascimentali della Scuola Popolare di Musica dello Spasimo con una novità assoluta. La scuola, diretta dal maestro Vito Giordano, propone ai suoi allievi e ai nuovi iscritti una doppia offerta formativa. “Se da un lato la pandemia ha causato la chiusura delle nostre attività didattiche - dichiara lo stesso Giordano - dall’altro noi non ci siamo mai fermati, anzi abbiamo attivato una serie di lezioni online. E visto i riscontri positivi da parte dei nostri discenti, abbiamo ritenuto opportuno continuare la formazione in rete oltre ad attivare la didattica one to one, direttamente presso la nostra sede storica allo Spasimo, arricchendo in tal modo le proposte didattiche con uno studio ancora più mirato”.

Un risultato positivo quello ottenuto dalla Scuola Popolare di Musica in termini di numero di presenze con i propri allievi, nonostante il periodo di crisi e di difficoltà oggettive appena vissute da parte della collettività. E grazie alla riapertura dal mese di giugno, in cui verranno seguite con la massima attenzione tutte le norme di tutela dettate dal Ministero a causa del Covid-19, la scuola riaccoglierà i propri studenti e tutti coloro che intendono iscriversi anche solo per un mese e proseguire lo studio a partire dal mese di settembre. Sono già aperte infatti le iscrizione per il nuovo anno di studi.

La peculiarità e unicità della Scuola Popolare di Musica è anche quella di realizzare attività di produzione ed è con questo ulteriore valore e obiettivo che vengono annunciati gli spettacoli di fine anno con gli allievi seguiti dai maestri della Scuola, che andranno in scena il 4 e il 5 di luglio (rispettando limiti di capienza e norme anti-contagio). 

La scuola di musica del Brass Group è una realtà tra le più importanti del territorio siciliano e oltre, nel campo didattico della musica del nostro tempo. Forte della propria trentennale esperienza e dei successi riscontrati presso l’utenza, (più di 400 iscritti) la scuola di musica si presenta con una nuova organizzazione didattica dei corsi. Attraverso itinerari di studio diversificati, attività individualizzate e concrete esperienze musicali si offre all’allievo la possibilità di costruire un proprio curriculum qualificato e rispondente - attraverso una mirata preparazione - ai requisiti indispensabili e sempre più richiesti dalla figura professionale del “moderno musicista”.

L’attività didattica svolta secondo precisi programmi offre l’opportunità di studiare uno strumento o la voce, curarne il lato tecnico, approfondirne il repertorio e praticarlo con gli altri, leggere la notazione musicale, ascoltare e comprendere i brani del repertorio extra-colto del 900 e contemporaneo, imparare l’armonia e l’improvvisazione. Il tutto con l’ausilio di alcuni dei più rappresentativi musicisti professionisti siciliani e italiani. Didattica dunque come divulgazione, come contributo al “fare musica” oltre che all’ampliamento e all’approfondimento delle conoscenze specifiche. Ora la Scuola interviene nel contesto didattico cittadino anche come occasione di approfondimento specialistico, nel caso in cui il professionista o l’allievo in possesso di conoscenze specifiche e di una buona tecnica strumentale o vocale, voglia intraprendere lo studio analitico dell’universo musicale afroamericano. 

Al fine di ottemperare agli obblighi di legge l’intera scuola è stata sanificata da azienda certificata ed inoltre, al fine di legittimare la riapertura è stato richiesto ed ottenuto parere favorevole dalla Protezione Civile della Regione Siciliana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Università, accordo tra Palermo e Cina: nasce una laurea a doppio titolo

  • Cannabis terapeutica, al via il corso di formazione online per prescrittori sanitari

  • Cultura del buon bere, online il corso per aspiranti assaggiatori di grappa e acquaviti

  • Sartoria sociale, al via il corso di formazione per le mamme e le ragazze della Costa Sud

Torna su
PalermoToday è in caricamento