WeekEnd

Da Zagara di Primavera alle giornate Fai: gli eventi clou del weekend

Tra gli appuntamenti anche la festa dei Nebrodi a Sanlorenzo Mercato, dedicata alla porchetta e al suino nero, i tour tra la torre di San Nicolò e Palazzo Chiazzese e lo spettacolo "Fra Diavolo" al Massimo. E poi incontri, dibattiti, laboratori per bambini, film e mostre

Palazzo D'Orleans

Profumo di primavera nell'aria. La nuova stagione fa un timido capolino e lo fa portando con sè l'odore di zagara. Così, mentre si scopre il vasto patrimonio culturale di Palermo e della sua provincia, tra palazzi, ville e storiche dimore nelle giornate Fai, all'orto botanico va in scena la nuova edizione di Zagara di Primavera. Tra gli altri appuntamenti del weekend la festa dei Nebrodi a Sanlorenzo Mercato, dedicata alla porchetta e al suino nero, i tour tra la torre di San Nicolò e Palazzo Chiazzese e gli spettacoli, tra tutti Fra Diavolo al teatro Massimo. E poi ancora incontri, dibattiti, laboratori per bambini, film e mostre, in particolare "Antonello incontra Laurana" a palazzo Abatellis. 

1. Giornate Fai di Primavera 2018. Le aperture delle Giornate FAI di Primavera, sabato 24 e domenica 25 marzo 2018, raccontano con la loro straordinaria varietà un’Italia che sempre di più si riconosce nella vastità del suo patrimonio culturale e nella ricchezza della sua storia. Un Paese che ritrova la propria identità in un grande evento festoso. 

2. Visite alla Torre di San Nicolò. La meravigliosa vista notturna sul centro storico di Palermo che si può ammirare dalla terrazza, sarà la cornice per una pesca di poesie e il lancio dei palloncini. 

panino con porchetta di suino nero dei Nebrodi-23. Festa dei Nebrodi a Sanlorenzo Mercato. Protagonista assoluto uno dei fiori all’occhiello dell’intera produzione siciliana: il suino nero, cotto a legna secondo la tradizione più antica. Così le carni più pregiate dei maialini autoctoni, vengono celebrate dai famosi panini con il suino nero. Non un semplice panino con la porchetta, ma veri gioiellini di gusto impreziositi da prodotti d’eccellenza del territorio come la cipolla caramellata, le melanzane grigliate, patate e porcini, la salsa di peperoni grigliati, e ancora, la provola dei Nebrodi, il miele di ape nera, le nocciole dei Nebrodi, il pistacchio di Bronte, il limone di Pettineo e l’olio di minuta santagatese. 

4. Tour a Palazzo Chiazzese. Alla scoperta di una grande collezione di abiti antichi, costumi di scena di celebri opere liriche, figurini di costume, stoffe, decori raffinati e foto di star dello spettacolo. Una domenica nella prima esposizione storica interamente incentrata sul costume teatrale presente in tutto il Sud Italia, patrimonio artigianale e documentale raccolto dalla storica sartoria della famiglia Pipi dal 1841.

5. Presentazione del libro "Oriente e Occidente" all'Auditorium Rai. Marcella Croce ha sentito il bisogno di toccare con mano e di andare “oltre la frontiera” secondo le parole di un grandissimo scrittore, Ryszard Kapuscinski, massimo interprete moderno del genere letterario chiamato “reportage letterario”, di cui Erodoto fu il primo rappresentante. La presentazione sarà accompagnata dalla proiezione di foto (alcune delle quali con sottofondo musicale o in powerpoint) e da brevi video su diversi paesi fra cui Iran e Giappone.

6. Presentazione del libro "Io c'ero" al Punto Flaccovio. Quando si parla di Salvatore Giuliano bisognerebbe pensare al condizionale e non pretendere di avere certezze. La sua vita somiglia troppo a un romanzo per non cedere alla tentazione di scriverne uno, ed è per questo che la giornalista e scrittrice Valentina Gebbia, insieme a Giacomo Bommarito e al criminologo Nunzio Giangrande, ha deciso di rompere il silenzio e di farlo con la potente e precisissima arma della verità.

museo salinas-27. Visita al museo Salinas. Si potrà visitare quella che un tempo fu la Casa conventuale dei Padri della Congregazione dell’Oratorio di San Filippo Neri detta dell’Olivella, oggi sede del museo Salinas, e dei tesori esposti al suo interno: dalla collezione Astuto a quella Casuccini, con reperti e opere scultoree di epoca punica, greca e romana.

8. Spettacolo "Il viaggio di uno" al teatro Libero. La scrittura scenica si compone di brevi scene che raccontano varie fasi del viaggio del protagonista. Si tratta di storie tratte dai racconti di chi vive l’esperienza della migrazione scelta obbligata e causata da diversi fattori: dalla necessità di fuga dalla guerra alla voglia di migliori condizioni economiche e sociali.

9. Spettacolo "Odissea" al teatro alla Guilla. Lo spettacolo racconta di un Ulisse ormai anziano che ha deposto il remo e non viaggia più. Guardando indietro alla sua vita di avventure, astuzie e dolori si racconta con gli occhi di chi ha visto tutto e nulla ha più da attendere. Aspetta l'ora e nel tempo che gli rimane ripete, una o mille volte, la sua personale "Odissea" rendendola l'avventura dell'Eroe che vive in tutti i nostri animi. Storia universale, dunque, ma personalissima al tempo stesso. L'Eroe è uno specchio che riflette gli animi umani, ora e sempre.

10. Presentazione del libro "Malanottata" al cinema Rouge et Noir. Il romanzo di Giuseppe Di Piazza racconta il primo caso di Occhi di sonno, cronista di nera. L’anima nera di Palermo ha trovato la sua voce. I diritti d’autore sono già stati venduti negli Stati Uniti e in Francia.

agrumi e zagara-211. Zagara di Primavera all'Orto Botanico. Questa edizione della Zagara, dall'arabo "zahara" sfavillare di bianco e "zahr" fiore, sarà dedicata alla conoscenza della biodiversità degli agrumi, cioè alle piante coltivate appartenenti al genere Citrus e ai loro frutti: Arancio dolce, Arancio amaro, Arancio trifogliato, Bergamotto, Calamondino, Cedro, Chinotto, Finger lime, Limone, Lumia, Limetta, Kumquat, Mandarino, Mandarancio, Mapo, Pomelo, Pompelmo.

12. Inaugurazione di Spazio Franco ai Cantieri Culturali alla Zisa. All'interno del Padiglione 18, teatro musica e arti performative, tutto insieme per dare l'idea di quello che sarà il nuovo spazio culturale di Palermo. 

13. Sicicon Valley Expo 2018. Parte dalla Sicilia, Sicicon Valley, think tank nato per valorizzazione il territorio siciliano attraverso un global incubator, che si pone come obiettivo di integrare i rapporti internazionali nel segno della quarta rivoluzione industriale. 

14. Nuove Pratiche Fest ai Cantieri Culturali alla Zisa. Nel corso degli ultimi vent’anni, i “festival” sono stati un elemento centrale nella vita culturale di molti Paesi europei, e in Italia si stima l’esistenza di oltre duemila manifestazioni. Per quattro giorni a Palermo arriveranno i Festival più interessanti del Sud Italia con le proprie esperienze e peculiarità. 

antonello da messina - francesco laurana-215. Mostra "Antonello incontra Laurana" a Palazzo Abatellis. L’Annunciata e il Busto di Eleonora d’Aragona saranno presentate eccezionalmente nella stessa sala espositiva all’interno della Galleria che dal 1954, anno della sua apertura, le accoglie dedicando loro due ambienti distinti all’interno del percorso realizzato da Carlo Scarpa. Per la durata dell'esposizione le due opere saranno accostate nella sala della sezione scultura che abitualmente ospita il Busto di Eleonora d'Aragona.

16. Mostra "Opere Scelte" a Palazzo Sant'Elia. Disegni, pitture, combine-painting, mezzi extra-artistici, oggettuali e d’uso concettuale: l’intero alfabeto espressivo di Alfonso Leto, declinato e composto nell’arco creativo di quarant’anni di attività, è esposto alla Fondazione Sant’Elia per raccontare la versatilità e la ricchezza di tecniche e mezzi espressivi delle quali la pittura è mezzo d’elezione.

17. Spettacolo "Mozart il sogno di un clown" al teatro Biondo. “Mozart il sogno di un clown” è un monologo originale, un viaggio impervio ed esilarante tra la vita del genio e il miracolo della sua musica. Il testo, scritto da Giuseppe Cederna, é ispirato alla biografia “Mozart” di Wolfgang Hildesheimer. A dar corpo e voce a Mozart, un attore e un pianista, l’uno alter ego dell’altro in un continuo gioco di trasformazioni e specchi.

18. Spettacolo "Fra Diavolo" al teatro Massimo. Fra Diavolo di Auber andò in scena nel 1830 all’Opéra Comique di Parigi nella versione in lingua francese con i dialoghi parlati, che caratterizzano il genere dell’opéra-comique. Ma Fra Diavolo conobbe più ampia circolazione nella versione in italiano con recitativicantati, realizzata anni dopo dallo stesso Auber. Al Teatro Massimo sarà eseguitaquesta seconda versione ma con il testo francese del raffinato libretto di Eugène Scribe. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Zagara di Primavera alle giornate Fai: gli eventi clou del weekend

PalermoToday è in caricamento