Ritornano Le Vie dei Tesori, al Massimo la musica di Beethoven: cosa fare nel weekend

Torna a Palermo, finalmente, il festival che apre le porte (in sicurezza) dei più bei monumenti della città. Un fine settimana ricco a trecentosessanta gradi. A Palazzo Drago e alla Chiesa di San Nicolò di Bari si potranno fare dei tour guidati

La foto è di Igor Petyx

Scoperta, musica, mostre. In questo primo weekend di ottobre c'è tutto e anche di più. Intanto perché torna a Palermo, finalmente, il festival de Le Vie dei Tesori che apre le porte - e quest'anno con tutte le difficoltà ma accortezze del caso - dei più bei monumenti della città, e poi perché Palermo non risparmia né concerti, né mostre, né altri appuntamenti. Al Teatro Massimo si può ascoltare Beethoven, mentre a Palazzo Drago e alla Chiesa di San Nicolò di Bari si potranno fare dei tour guidati. 

Cosa fare nel weekend a Palermo 

1. Le Vie dei Tesori. Si potrà ritrovare l’eleganza british di Delia Whitaker, l’ultima abitante dei salotti di Villa Malfitano, o raggiungere i giardini dell’emiro Jafar e assistere a un concerto di pianoforte nel castello di Maredolce. Si potrà andare sott’acqua con l’aiuto di un sub esperto o salire ai rifugi nascosti degli eremiti.

2. Beethoven al Teatro Massimo. Il concerto avrà inizio con l’ouverture in fa minore op. 84 alle musiche di scena per Egmont, tra le più ispirate composizioni di Beethoven, scritta nel 1809 per l’omonimo dramma storico del poeta da lui tanto ammirato Johann Wolfgang Goethe.

3. Treno storico del gusto da Palermo ad Agrigento. Durante il viaggio, a bordo delle carrozze “Centoporte” degli anni 30, Slow Food Sicilia racconterà il territorio attraverso le sue tradizioni e i prodotti enogastronomici più rappresentativi quali le Susine bianche di Monreale, il Mandarino tardivo di Ciaciulli, lo Sfincione bianco di Monreale. 

4. Mostra "Quando il riciclo è arte" al Forum. Le dieci opere, firmate da Letizia Lanzarotti, in arte Lady Be, l’eco-artista che trae ispirazione da ritratti, foto, disegni e quadri noti per poi trasformarli in personalissime opere colorate, resteranno in esposizione in piazza Fashion. 

5. Concerto degli Amici della Musica al Teatro Massimo. La prima parte del programma presenta un repertorio dedicato a musica per l'infanzia proponendo due brevi pagine per pianoforte in prima esecuzione assoluta: Die klare lebende Steine (Le chiare pietre viventi) di Giorgio Colombo Taccani, e Lullaby per Chiara, una ninna nanna di Emanuele Delucchi.

6. Giornata nazionale delle dimore storiche italiane. Anche Palazzo Lanza Tomasi a Palermo aprirà gratuitamente le porte per accogliere nuovamente tutti coloro che vorranno immergersi in un luogo unico della storia e del patrimonio artistico e culturale italiani.

7. Spettacolo "50 anni di scemitudine" a Villa Filippina. Ernesto Maria Ponte ripercorre in questo spettacolo tutti i momenti salienti della sua carriera, alternando monologhi e sketch e ricordando il suo percorso di crescita personale e professionale. Il meglio di un repertorio che trova ispirazione nella vita quotidiana, analizzandone usi e costumi.

8. Tour alla Torre di San Nicolò. Attaccata alla chiesa sorge una slanciata costruzione quadrangolare con conci ben squadrati, si tratta della trecentesca torre civica facente parte del sistema difensivo della città.

9. Tour a Palazzo Drago. Sarà possibile visitare il settecentesco Palazzo Drago Airoldi di Santa Colomba, ubicato in Corso Vittorio Emanuele, nell’asse tra i Quattro Canti e la Cattedrale di Palermo. Le visite si svolgeranno lungo i suoi magnifici saloni, gli splendidi affreschi e gli arredi, esempi pregevoli degli usi della nobiltà siciliana.

10. Proiezione del documentario di Sos Mediterranee al cinema Rouge et Noir. Il 3 ottobre del 2013, un barcone stracolmo di persone si rovesciò a poco più di 500 metri dall’isola dei Conigli a Lampedusa. A perdere la vita furono 366 persone, nella stragrande maggioranza di nazionalità eritrea. Un avvenimento che impressionò profondamente l’opinione pubblica europea. 

11. Tour e concerto alla Chiesa del Carmine Maggiore. È conosciuta per la sua cupola, la più bella di Palermo, rivestita da maioliche smaltate, i cui colori la rendono ancora più visibile da ogni parte della città; al suo interno: gli stucchi di Giacomo e Giuseppe Serpotta, lungo le poderose colonne tortili nelle cappelle del transetto della chiesa e le opere di Novelli e Gagini.

12. Festival delle filosofie. Tema di quest’anno sarà L’Ecosofia, branca del pensiero filosofico che mette in collegamento le tre ecologie enunciate da Félix Gattari: quella dell’ambiente, quella sociale e quella mentale. A parlare per primo di ecosofia è stato il filosofo Arne Næss, a Oslo nel 1960.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento