Uno dei momenti dello spettacolo - foto di Alessandro Sannasardo
Teatro

Quattro chiacchiere tra gli alberi

Nella villetta di Villafrati recentemente intitolata a Peppino Impastato è andato in scena lo spettacolo "Quattro chiacchiere tra gli alberi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Questo è il titolo dello spettacolo che si è svolto a fine luglio nel comune di Villafrati, in una villetta che da poco ha raggiunto lo splendore originario grazie all'idea della consulta giovanile locale, che ha ben pensato di organizzare una manifestazione sulla legalità e di intitolare il posto a Peppino Impastato.

Gli interpreti sono tutti frutto del progetto avviato otto anni fa da Enzo Toto, noto direttore artistico, e sapientemente portato avanti sino ad adesso dalla regista Valeria Lo Bue. Nel corso degli anni, i giovani attori del laboratorio permanente del Teatro del Baglio sono riusciti a maturare, mettendo in scena rappresentazioni ad argomento sempre più complesso e diventando un gruppo unito: una vera e propria compagnia teatrale professionista. I ragazzi hanno inscenato un lavoro prendendo spunto dagli otto anni di teatro che hanno alle spalle, e da vari esempi di cultura letteraria siciliana.

Alcuni dei ragazzi hanno potuto esprimere la loro vena artistica con il teatro e la musica, esibendosi con brani per fisarmonica, sassofono e chitarra. La compagnia ha dedicato lo spettacolo a Franco Scaldati, noto drammaturgo, attore e regista italiano venuto a mancare lo scorso giugno. I nomi dei ragazzi in ordine alfabetico: Alfano Sabrina, Bavera Sofia, Costa Paolo, Di Marco Martina, Ingraffia Vincenzo, La Barbera Felice Alberto, Lo Bue Valeria, Lodovisi Enrico, Sannasardo Federico, Verciglio Gioele. Un ringraziamento speciale va ad Alessandro Sannasardo per le fotografie ed all'attrice Silvana Marte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro chiacchiere tra gli alberi

PalermoToday è in caricamento