rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Teatro

L'Orchestra sinfonica siciliana in sala di incisione per un nuovo disco dedicato a Liszt

L’uscita è prevista a marzo 2023. Protagonisti il pianista Giuseppe Andaloro e l’Oss diretta da Gianna Fratta

Dopo le incisioni realizzate per la prestigiosa etichetta Brilliant nel giugno scorso, l’Orchestra Sinfonica Siciliana ritorna in sala di incisione e lo fa con un programma interamente dedicato a Franz Liszt. Proprio in questi giorni al Teatro Golden si registrano, infatti, i due Concerti per pianoforte e orchestra, Totentanz, parafrasi del Dies Irae e il poema sinfonico Mazeppa.

Un programma di grande virtuosismo sia per il pianista che per l’orchestra, che tocca dei capisaldi della letteratura per pianoforte e orchestra e un poema sinfonico tra i più riusciti del compositore ungherese. Al pianoforte il talentuoso palermitano Giuseppe Andaloro.

Avviato allo studio del pianoforte con Sergio Fiorentino e completati gli studi musicali al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano sotto la guida di Vincenzo Balzani, Andaloro si è perfezionato al Mozarteum di Salisburgo. Vincitore di concorsi pianistici mondiali come il Busoni di Bolzano, London World, Sendai, Hong Kong, Andaloro si è dedicato a una brillante carriera solistica internazionale. L’Orchestra Sinfonica Siciliana sarà diretta dalla Maestra Gianna Fratta.

Il disco sarà allegato nel numero di marzo 2023 della rivista Amadeus, che dedicherà ampio spazio anche ai protagonisti dell’incisione. Il ritorno in sala di incisione conferma il momento propizio e di straordinaria vitalità della Foss, sempre più proiettata verso nuovi importanti traguardi e sempre più presente nei contesti musicali nazionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Orchestra sinfonica siciliana in sala di incisione per un nuovo disco dedicato a Liszt

PalermoToday è in caricamento