Un'odissea meridionale tra emigranti e resilienti, "Trapanaterra" al Teatro Libero

Da giovedì 31 gennaio a sabato 2 febbraio, alle ore 21.15, andrà in scena presso il Teatro Libero “Trapanaterra” del drammaturgo lucano Dino Lopardo, con la collaborazione drammaturgica di Rosa Masciopinto, interpretato dallo stesso Dino Lopardo e da Mario Russo, autore anche delle musiche. Le scene sono realizzate da Andrea Cecchini e lo spettacolo è prodotto dalla compagnia Madiel - Potenza. 

"Trapanaterra - spiega l’autore e interprete Dino Lopardo - è un’odissea meridionale, una riflessione sul significato di “radice” per chi parte e per chi resta, nonché una ricerca profonda sulla realtà del mezzogiorno intesa come un costante ossimoro; è un viaggio di rimpatrio - prosegue l’autore - il resoconto di una famiglia del Sud distrutta da un destino ineluttabile. Lavoro, corruzione, potere, tradizione, familismo amorale, abbandono e identità culturale sono gli elementi che fanno continuamente staffetta nel testo". 

Due fratelli si incontrano e scontrano continuamente. C’è chi è partito alla ricerca di un futuro migliore e chi è costretto a rimanere. "Chi sei? Dove vai? Da dove vieni? Cosa vai cercando? Quando te ne andrai?" Sembra dire il fratello che è restato a quello che è tornato, organetto alla mano, alla terra dei padri. Il più piccolo in calosce si districa tra i tubi gorgoglianti della raffineria. Il più grande quello che è “scappato”, è un bohemienne che respira di nuovo l’aria di casa, che forse non c’è più, che è cambiata.

Un paese di musica e musicanti dove non si canta e non si balla più, nemmeno ai matrimoni. Si può solo sentire il rumore delle trivelle, la puzza dei gas e il malaffare. Storie d’infanzia, ricordi di famiglia, canti di piazza e bestemmie: è l’ultra-locale che diventa ultra- universale. Tutto è impastato nel dialetto, osso delle storie che s’insinua come la musica. Inutile arrabbiarsi, o forse no. Qualcuno è partito perché altri potessero crescere, ma di chi è il coraggio, di chi resta? O di chi torna? Biglietto intero 16 euro, ridotto (under 25 e operatori teatrali) 11 euro, carte sconto per la prima 14,50 euro.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Io tu noi Lucio (Battisti)": il primo spettacolo dedicato al più grande cantautore italiano

    • 30 ottobre 2020
    • Teatro ReMida
  • "Due Millimetri" e "Sweet Transvestites": Scena Pride sul palco dello Spazio Franco

    • dal 29 ottobre al 7 novembre 2020
    • Spazio Franco
  • "In bocca al lupo", sul palcoscenico del Teatro Libero una fiaba moderna per le famiglie

    • dal 25 al 28 ottobre 2020
    • Teatro Libero

I più visti

  • Un'arca contemporanea per gli "animali" di Banksy, la grande mostra a Palermo

    • dal 7 ottobre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Loggiato di San Bartolomeo e Palazzo Trinacria
  • Exstasis a piazza Bellini, un video mapping tra gli stucchi della chiesa di Santa Caterina

    • dal 9 ottobre al 8 novembre 2020
    • Chiesa di Santa Caterina
  • Terracqueo, una grande mostra sul Mediterraneo va in scena a Palazzo Reale

    • dal 16 settembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Palazzo Reale
  • Scorpacciate di bellezza e cultura, torna Le Vie dei Tesori a Palermo e Monreale

    • dal 3 ottobre al 8 novembre 2020
    • luoghi all'interno dell'articolo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PalermoToday è in caricamento