Rise - Jáchym Fleig, la mostra alla RizzutoGallery

Giovedì 31 marzo alle 19 alla RizzutoGallery si inaugura la mostra Rise, personale dello scultore tedesco Jáchym Fleig (1970, Villingen-Schwenningen).

L'artista, che ha all'attivo numerose mostre in gallerie e spazi pubblici ed è reduce da due importanti personali al Museum Biedermann di Donaueschingen (2015) e al Kiosk am Reileck di Halle (2016), si prepara alla sua prima esposizione in Italia. La mostra resterà visitabile fino al 30 aprile. Alla RizzutoGallery Fleig presenterà alcune tra le sue opere più importanti, già esposte in Kunstverein e Musei tedeschi, e realizzerà installazioni site-specific appositamente pensate per la galleria.

Nelle opere di Fleig il concetto tradizionale di scultura viene esteso in ciò che può essere deliberatamente legato al suo rispettivo ambientale. L'integrazione tra corpo scultoreo e l'ambiente circostante dà al lavoro il carattere di una installazione temporanea, soggetta alle condizioni esterne che la sottopongono a continui cambiamenti. Le sculture di Fleig , come strutture organiche in uno stato di proliferazione e crescita, si sviluppano invadendo lo spazio che le ospita: strutture di sostegno, pilastri, muri, pavimenti, finestre, soffitti, diventano per l'Artista potenziali luoghi di ancoraggio delle sue installazioni, in alcuni casi avvinghiate - come corpi parassitari o concrezioni organogene - alla struttura esterna degli edifici degli spazi espositivi e museali, capaci di interrompere, talvolta in modo inquietante, la normalità dei luoghi conosciuti, degli spazi urbani sicuri e definiti.

Realizzate in cemento, calcestruzzo, gesso, legno e poliuretano, le opere di Fleig - sebbene costituite da materiali molto simili a quelli degli ambienti ospitanti - appaiono leggere e brulicanti di vita; usati in maniera non convenzionale, questi comuni materiali da costruzione danno luogo a forme sorprendenti, capaci di evocare una forte risposta emotiva, e di creare un singolare contrasto con l'elemento architettonico che le ospita, in una sorta di confronto e di competizione tra leggero e pesante, organico e inorganico, biomorfico e antropico. Ma ciò che emerge dalla scultura concettuale di Fleig è anche una riflessione sul limite sottile che esiste tra crescita e decadenza, tra ordine e caos, tra la sicurezza di ciò che è conosciuto e l'incertezza dell'ignoto, là dove la permanenza appare minacciata dalla circolazione degli stati effimeri.

Ingresso da martedì a sabato 16:00 / 20:00. ingresso libero.  Per contatti: 348 3622577, 091526843. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Mostra al centro d'arte Raffaello, in esposizione la personale dell'artista Mario Schifano

    • Gratis
    • dal 10 aprile al 29 maggio 2021
    • Centro d'arte Raffaello
  • Palermo Panorama, la mostra ai Cantieri Culturali: tre artisti internazionali raccontano la città

    • dal 15 maggio al 26 giugno 2021
    • Cantieri Culturali alla Zisa

I più visti

  • Sfincione Festival con asporto e delivery: torna l'appuntamento di Sanlorenzo Mercato

    • Gratis
    • dal 16 al 18 aprile 2021
    • Sanlorenzo Mercato
  • Tragici giochi mortali su Tik Tok, in streaming il talk con Giovanna Corrao e Jenny Taormina

    • solo oggi
    • Gratis
    • 14 aprile 2021
    • evento online
  • Il palermitano che voleva fermare la Grande guerra, la presentazione del libro in streaming

    • solo oggi
    • Gratis
    • 14 aprile 2021
    • evento online
  • "Le fortificazioni della città di Palermo dall’antichità ai giorni nostri": la presentazione è online

    • solo domani
    • Gratis
    • 15 aprile 2021
    • evento online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PalermoToday è in caricamento