RestArt: dalla chiesa della Gancia ai film comici degli anni '20 con degustazioni

Una sorpresa inattesa che si unisce in corsa al programma di RestArt: nel suo quinto weekend di programmazione, il festival giunto a metà del suo percorso, accoglie il Museo delle marionette “Antonio Pasqualino” che sabato prossimo riapre le porte dopo l'estenuante lockdown di cinque mesi. Alle 19 sarà possibile assistere ad uno dei canovacci più noti e amati dell'Opera dei pupi “La battaglia di Orlando e Rinaldo per amore della bella Angelica” proposto dalla storica compagnia Brigliadoro di Salvo Bumbello (ticket:10 euro). Dalle 20 a mezzanotte, visite alla collezione del Museo tra pupi, burattini, marionette, ombre, scenari, cartelloni, accessori declinati sul variopinto, delicatissimo mondo del teatro di figura. Ingressi contingentati, 15 visitatori ogni 30 minuti. Ticket: 3 euro.

Il resto del programma di RestArt si srotola come sempre venerdì e sabato (31 luglio e 1 agosto) negli oltre venti siti aperti in notturna, dalle 19 a mezzanotte. E questo venerdì sarà aperta anche la splendida chiesa quattrocentesca della Gancia, nel cuore antico della Kalsa: occasione da cogliere al volo, visto che l’unica altra possibilità sarà sabato 22 agosto. Negli altri siti, piccole chicche: si potranno scoprire le norme che regolavano la corporazione de “I vastasi di cinga” altrimenti detti “cocchieri”; ridere con Stanlio & Ollio, o degustare una birra artigianale tra capolavori mondiali. RestArt è il festival ideato dagli Amici dei Musei siciliani e da Digitrend per riscoprire la città dopo il lockdown. 

Archivi_Azioni

Letture ricercate che pescano nella memoria antica della città, sistemata sugli scaffali dell’ Archivio Storico Comunale. I visitatori saranno accolti dalle letture di alcuni dei documenti che il sito conserva. Domani (venerdì 30 luglio) per ArchiviAzioni si parlerà di cocchieri e carrozze con  "I vastasi di cinga. La mobilità a Palermo nel Settecento”; verrà recuperato il bando del viceré Pignatelli da “Il peccato di fare e altre storie palermitane” di Rosario La Duca. Sabato (1 agosto) toccherà invece a "Le scope di agosto": miti e superstizioni del mese dagli almanacchi palermitani (dal Pitrè, dal marchese di Villabianca e dagli Annali del Mongitore). Ticket: 3 euro sulla piattaforma www.restartpalermo.it

Ridolini e Sanlio&Ollio a San Mercurio 

Terzo weekend di film muti all'Oratorio di San Mercurio (cortile San Giovanni degli Eremiti) dove Luisa Montaperto ha costruito “4 risate mute” mettendo insieme sketch comici, geniali ed esilaranti, girati tra il 1897 e la fine degli anni Venti: venerdì, ecco Larry Semon, attore dalle spiccate doti mimiche, che altri non è se non Ridolini. Sotto le vesti di un moderno clown, con larghi pantaloni e volto incipriato, Larry Semon lavorerà al fianco di Stan Laurel e Oliver Hardy, ancor prima che nascesse il celebre duo, rivaleggiando a distanza, con i coetanei Charlie Chaplin, Harold Lloyd e Buster Keaton. E proprio alla comicità surreale, giocata su scambi, battute, rimbrotti di Stanlio e Ollio  - Stan Laurel & Oliver Hardy – è dedicata la serata di sabato: veri esempi di slapstick comedy americana, i due comici lavorarono insieme per ben 106 film, quasi incessantemente dal 1919 al 1951, passando dal muto all’ (allora) modernissimo sonoro. Dalle 19 alle 23, repliche ogni 30 min. Ticket: 3 euro sulla piattaforma www.restartpalermo.it

Degustazioni a Palazzo Abatellis 

Ricordare che Palermo possiede uno dei musei più belli del mondo: l’Abatellis è un condensato di capolavori, a partire dal Trionfo della Morte e dall’Annunciata. Questo weekend il percorso di visita – sempre dalle 19 a mezzanotte -, sarà integrato dalla degustazione di prodotti tipici siciliani d'eccellenza offerti da alcune giovani aziende innovative. dalla birra artigianale Bruno Ribadi, prodotta a Cinisi, ai formaggi del caseificio Bompietro, alla selezione di eccellenze siciliane finora acquistabili solo sull’e-commerce www.insicilia.com.

Un altro weekend di RestArt è pronto a partire: e il viaggio nei capolavori della città non può non iniziare dall'ultimo recupero, quel delicatissimo altare del Gagini in una cappella dello Spasimo, con la rimaterializzazione della celebre tela di Raffaello che nel 1600 emigrò in Spagna ed oggi è conservata al Prado di Madrid: ingressi sempre dalle 19 a mezzanotte. Visite anche alla Torre di Sant’Antonio Abate, agli ambienti sontuosi del nobile Palazzo Mirto; alla grande sala, al foyer e al palco reale disegnati dal Basile per il Teatro Massimo. Aperte le sale del Museo archeologico Salinas con i reperti inattesi;  visite alle installazioni di Boltanski e alla collezione di arte contemporanea del Museo Riso; le opere di Nicola Pucci a Villa Zito dialogano da lontano con la raccolta di paesaggisti dell'800, mentre a Palazzo Branciforte si può perdersi tra monete e reperti; aperto in notturna l’Orto Botanico, disponibile la splendida Santa Caterina dove si potrà salire fino alla cupola, e lo stesso capita per la vicina chiesa del SS. Salvatore. Una prospettiva inedita anche per la chiesa della Catena, la chiesa di San Matteo, ma per Casa Professa si dovrà attendere il prossimo weekend (aperta l’8, il 21 e il 29 agosto). Oltre a San Mercurio, aperti gli altri oratori serpottiani, SS.Rosario di santa Cita, San Lorenzo, SS. Rosario e il cinquecentesco Oratorio dei Bianchi.

Evento speciale a Villa Tasca 

Da segnare in calendario e da non dimenticare assolutamente: per la visita guidata speciale a Villa Tasca dell’8 agosto i posti si stanno esaurendo in fretta. Sarà possibile passeggiare per i viali romantici del giardino, scoprire una dimora nobiliare dove hanno dormito Wagner – che qui compose il secondo atto del Parsifal -e Bismarck, Ferdinando e Carolina di Borbone, Margherita di Savoia e Jacqueline Kennedy, ospitati nei saloni ancora intatti, guardati a vista dagli affreschi e dalle maioliche raffiguranti scene rupestri. Al termine della visita, drink in terrazza con vini Tasca d'Almerita. Appuntamento l'8 agosto alle ore 18,30, max 20 persone. Ticket: 30 euro. Prenotazioni: www.restartpalermo.it. RestArt è organizzato dall’associazione Amici dei Musei Siciliani e da Digitrend, che cura la piattaforma di ticketing ed audio guide. Prenotazioni su www.restartpalermo.it.

Convenzioni

Le guide Federagit Agt hanno organizzato un’offerta di visite tematiche: questo weekend – alle 19 e alle 21 - si potrà andare, venerdì, alla scoperta dei magnifici panorami offerti dalle cupole di Santa Caterina e del SS. Salvatore, ma anche riscoprire gli angoli più suggestivi della Kalsa e ad ammirare i capolavori di Palazzo Abatellis. Sabato sarà invece dedicato al genio di Giacomo Serpotta; alla Giudecca perduta di Palermo e ai magnifici e sontuosi saloni di Palazzo Mirto.

I tour del quinto weekend RestArt 

Venerdì 31 luglio 

  • PALERMO CON VISTA | cupole di S. Caterina e del SS. Salvatore | ore 19 e 21
  • L’ELETTA. LA KALSA E I SUOI DINTORNI | Spasimo e Oratorio dei Bianchi | ore 19 e 21
  • VISITA GUIDATA DI PALAZZO ABATELLIS | ore 19 e 21

Sabato 1 agosto 

  • PALERMO DI STUCCO | oratori del SS. Rosario in S. Cita e di San Lorenzo | ore 19 e 21
  • LA GIUDECCA PERDUTA | Archivio comunale | ore 19 e 21
  • VISITA GUIDATA DI PALAZZO MIRTO | ore 19 e 21

La Fipe, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi, ha invece attivato una convenzione in base alla quale i ristoranti associati scontano l'importo dei biglietti agli spettatori del festival che si presenteranno muniti di tagliando cartaceo o online. Dal canto suo, RestArt offrirà ai ristoratori, coupon omaggio da distribuire ai clienti. Al festival collaborano anche Confcommercio, Comune, Regione Siciliana, Università, Curia, Fondazioni private, Teatro Massimo, Unesco e diverse associazioni culturali, sotto il patrocinio del Comune di Palermo e dell’ Assessorato regionale ai Beni Culturali e all’Identità siciliana.

Info pratiche 

RestArt si svolge ogni venerdì e sabato dalle 19 a mezzanotte fino al 29 agosto. Ingressi e prenotazioni su www.restartpalermo.it, scegliendo precisi slot orari, secondo le indicazioni di ciascun sito. Igienizzazione e mascherine per i visitatori, misurazione della temperatura all'ingresso dei musei. Sull'app, notizie e curiosità sui luoghi. Ingresso: 3 euro se il biglietto viene acquistato sulla piattaforma online; 4 euro all'ingresso dei siti, nel caso ci fossero ancora posti liberi. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

I più visti

  • Un'arca contemporanea per gli "animali" di Banksy, la grande mostra a Palermo

    • dal 7 ottobre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Loggiato di San Bartolomeo e Palazzo Trinacria
  • Terracqueo, una grande mostra sul Mediterraneo va in scena a Palazzo Reale

    • dal 16 settembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Palazzo Reale
  • I 100 volti di David Bowie nelle foto di Masayoshi Sukita: la mostra a Palazzo Sant'Elia

    • dal 10 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Palazzo Sant'Elia
  • Geraci Siculo, il calice del monastero di Santa Caterina in mostra al museo parrocchiale

    • Gratis
    • dal 22 agosto al 31 dicembre 2020
    • Museo parrocchiale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento