Restart: letture all'Archivio Storico, film anni '20 a San Mercurio e degustazioni al Salinas

Si potranno scoprire gli Almanacchi palermitani e i Diari della città degli ultimi tre secoli, ridere con i film muti degli anni Venti o degustare una birra artigianale dopo aver visitato i reperti archeologici. Quarto weekend di percorsi in notturna ad oltre venti monumenti aperti di Palermo: RestArt, il festival ideato dagli Amici dei Musei siciliani e da Digitrend per riscoprire la città dopo il lockdown, questo fine settimana - venerdì e sabato, dalle 19 alle 24 - inserisce diverse proposte nel suo programma.

Archivio storico comunale 

A partire dalla memoria antica della città, raccolta tra gli scaffali immensi dell’ Archivio Storico Comunale, nell’ex convento domenicano del XVII secolo. Nei saloni progettati da Giuseppe Damiani Almeyda (un vero capolavoro di ingegneria) i visitatori saranno accolti dalle letture ricercate, scelte e selezionate tra i documenti straordinari che l'Archivio conserva. Domani (venerdì 24 luglio) sarà recuperata alla memoria La rivolta di Squarcialupo, quando il nobile pisano Gianluca Squarcialupo si mise a capo di una sollevazione popolare contro gli Spagnoli (addì 24 luglio 1517); quindi letture dall' “Almanacco Palermitano” di Francesco Lo Piccolo e dai “Diari della città di Palermo dal XVI al XIX secolo” di Gioacchino Di Marzo. Sabato (25 luglio) toccherà a “Oltre Rosalia: curiosità dei santi di luglio (Anna, Alessio, Cristoforo e "Accutufatu", il santo alla rovescia)” e ad altre letture sempre dall’Almanacco” di Lo Piccolo e dall' “Almanacco popolare siciliano perpetuo” di Rosario La Duca. Ticket: 3 euro sulla piattaforma www.restartpalermo.it

Oratorio di San Mercurio 

Secondo weekend di film muti all'Oratorio di San Mercurio (cortile S.Giovanni degli Eremiti) dove Luisa Montaperto ha costruito “4 risate mute” mettendo insieme sketch comici, geniali ed esilaranti, girati tra il 1897 e la fine degli anni Venti: venerdì (24 luglio), dalle 19 alle 23 si potrà scoprire la comicità silenziosa dell'inglese George Albert Smith e degli americani Roscoe Arbucke, Charles Diltz e Jay Belasco. Inventore, medium e astronomo, George Albert Smith è stato uno dei pionieri del cinema muto britannico. Nel 1896 costruì e brevettò un proprio sistema di ripresa, dando vita a piccoli capolavori carichi di azione e di intelligente ironia. Sabato (25 luglio) toccherà invece al talento acrobatico di Buster Keaton. La sua comicità lunare, fatta di capriole e funambolismi, vedrà il tramonto con l'avvento del cinema sonoro, lasciando alla storia un volto iconico, velatamente triste, capace di restare impassibile anche durante le scene più spericolate. Ticket: 3 euro sulla piattaforma www.restartpalermo.it

Museo archeologico Salinas 

Andar per reperti e scoprire uno dei musei archeologici più interessanti dell'intera penisola. Il Museo Salinas partecipa a RestART e per questo weekend accompagna al percorso di visita, una degustazione di prodotti tipici siciliani d'eccellenza offerti da alcune giovani aziende innovative, leader nei rispettivi ambiti di appartenenza. Si potrà quindi assaggiare la birra artigianale Bruno Ribadi, prodotta a Cinisi, e già affermata sui mercati  di qualità; i formaggi del caseificio Bompietro che dall’entroterra siciliano racconta il territorio attraverso una varietà di prodotti tipici legati alla tradizione siciliana; e una selezione di eccellenze siciliane finora acquistabili solo su insicilia.com, l’e-commerce di prodotti tipici regionali che da qualche anno esporta in Italia e nel mondo il meglio della produzione agroalimentare locale.

L'altare del Gagini allo Spasimo 

Questo weekend si potrà ammirare il recuperato altare del Gagini dello Spasimo, con la rimaterializzazione della celebre tela di Raffaello: ingressi sempre dalle 19 a mezzanotte. Visite alla Torre di Sant’Antonio Abate, agli ambienti sontuosi del nobile Palazzo Mirto; alla grande sala, al foyer e al palco reale disegnati dal Basile per il Teatro Massimo. Aperte le sale di Palazzo Abatellis dove si ri-scopriranno l’”Annunziata” di Antonello da Messina, o il grande affresco del “Trionfo della morte”; visite alle installazioni inattese di Boltanski al Museo Riso, ai paesaggisti di Villa Zito – aperta anche la personale di Nicola Pucci, che raccoglie un ventennio di opere dell’artista palermitano – e alle collezioni di Palazzo Branciforte; si potrà passeggiare tra i ficus dell’Orto Botanico o sedersi alla caffetteria appena inaugurata, entrare nella splendida Santa Caterina e salire sulla sua cupola, o su quella poco distante del SS. Salvatore. Una prospettiva inedita anche per la chiesa della Catena, la chiesa di San Matteo, per Casa Professa (aperta solo sabato, poi se ne parla ad agosto, l’8, il 21 e il 29). Oltre a San Mercurio, aperti gli altri oratori serpottiani, SS.Rosario di santa Cita, San Lorenzo, SS. Rosario e il cinquecentesco Oratorio dei Bianchi, che al piano terra raccoglie una collezione di splendidi stucchi.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

  • Giornata nazionale delle dimore storiche italiane, a Palermo si visita Palazzo Lanza Tomasi

    • 4 ottobre 2020
    • Palazzo Lanza Tomasi
  • Scorpacciate di bellezza e cultura, torna Le Vie dei Tesori a Palermo e Monreale

    • dal 3 ottobre al 8 novembre 2020
    • luoghi all'interno dell'articolo
  • La vecchia dell'aceto: la passeggiata su Giovanna Bonanno e l'acqua velenosa

    • 3 ottobre 2020
    • Piazza della Memoria

I più visti

  • Mercato del contadino a Ficuzza: ogni domenica l'appuntamento enogastronomico

    • Gratis
    • dal 26 luglio al 25 ottobre 2020
    • Real Casina di Caccia di Ficuzza
  • Terracqueo, una grande mostra sul Mediterraneo va in scena a Palazzo Reale

    • dal 16 settembre al 30 novembre 2020
    • Palazzo Reale
  • Museo Diocesano, la riapertura con la mostra "Architetture barocche in argento e corallo"

    • dal 10 luglio al 10 ottobre 2020
    • Museo Diocesano
  • Giornata nazionale delle dimore storiche italiane, a Palermo si visita Palazzo Lanza Tomasi

    • 4 ottobre 2020
    • Palazzo Lanza Tomasi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PalermoToday è in caricamento