Reading a lume di candela in piazza Pretoria: Comune aderisce a “M’illumino di meno”

In occasione della giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, il sindaco spegnerà le luci di Palazzo delle Aquile e della Fontana Pretoria. All'iniziativa parteciperanno anche gli alunni dell’istituto Regina Margherita e del liceo scientifico Benedetto

Anche quest’anno il Comune di Palermo aderisce a M'illumino di Meno, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2 per chiedere ai propri ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili. Un'iniziativa simbolica e concreta che fa del bene al pianeta e ai suoi abitanti. Venerdì 1 marzo, dalle 18.30 alle 19.30, si spegneranno le luci del Palazzo delle Aquile e della Fontana Pretoria. Il sindaco Orlando spegnerà le luci con gli alunni dell’istituto magistrale Regina Margherita e del liceo scientifico statale Benedetto, per un reading a lume di candela e un'esibizione musicale in piazza Pretoria.

M'illumino di Meno è un'iniziativa dedicata all'economia circolare. L'imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare "il fine vita" delle cose. Perché le risorse finiscono, ma tutto si rigenera: bottiglie dell'acqua minerale che diventano maglioni, carta dei giornali che ritorna carta dei giornali, una cornetta del telefono diventa una lampada, fanghi che diventano biogas.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Giovane mamma muore durante il sonno, Termini Imerese sotto shock

Torna su
PalermoToday è in caricamento