Parola a Palermo con Piparo, Con sorte di Giacomo Guarneri: gli spettacoli allo Spasimo

27 spettacoli di artisti palermitani per un progetto teatrale che, dal 29 settembre al 18 ottobre, nella Chiesa dello Spasimo, darà voce alle diverse anime di Palermo. Co-organizzata dal Teatro Biondo e dall’Assessorato alle CulturE del Comune, Parola a Palermo è un’articolata rassegna pensata per gli artisti del territorio con un calendario di spettacoli rivolti a pubblici diversi, dai bambini agli adulti.

Parola a Palermo comincia martedì 29 settembre alle ore 21.00 con lo spettacolo Parla Palermo interpretato da Salvo Piparo con le musiche e i canti di Egle Mazzamuto, Francesco Cusumano, Diego Spitaleri e Michele Piccione e con la partecipazione straordinaria del giornalista Guido Monastra. Incentrato su testi di Salvo Licata e dello stesso Piparo, Parla Palermo è un insieme di storie, racconti e memorie dedicati alle diverse voci e identità della città.

Alternando musiche, liriche e racconti, Piparo costruisce un affresco contrastato, divertente ed emozionante di Palermo, rendendo omaggio anche al poeta da strada Peppe Schiera, a padre Pino Puglisi e a Luigi Maria Burruano, che viene “intervistato” in paradiso. Egle Mazzamuto esegue il canto A vucchella, con il testo di Gabriele D’annunzio e altri canti di tradizione, accompagnata dal cantautore e percussionista Francesco Cusumano e dai virtuosismi al pianoforte del maestro Diego Spitaleri. Il polistrumentista Michele Piccione è l’eco musicale, la cassa armonica del cunto finale di Salvo Piparo dedicato alla città e a tutti i suoi quartieri. Uno spettacolo imperdibile per chi ama Palermo con tutte le sue straordinarie contraddizioni. 

La rassegna proseguirà mercoledì 30 alle 18.30 con lo spettacolo Con sorte, scritto e diretto da Giacomo Guarneri, interpretato da Oriana Martucci e prodotto dall’Associazione culturale Pentola Nera. Un monologo appassionato, che affronta il difficile tema della criminalità mafiosa raccontando le vicissitudini di una coppia che gestisce una gioielleria. Un testo amaro, cinico, divertente, brutale, che rappresenta una condizione di vita assurda quanto reale. Lo scenario è la Sicilia dei ricatti e delle intimidazioni di Cosa Nostra, di chi si piega per paura, per vigliaccheria, per opportunismo, o semplicemente perché, abbandonato a sé stesso, non ce la fa a dire di no. Lo spettacolo è il primo appuntamento con il teatro sociale, uno dei percorsi proposti dalla rassegna Parola a Palermo, che proseguirà fino a domenica 18 ottobre. 

L’ingresso agli spettacoli è libero fino a esaurimento dei posti. I congiunti devono altresì compilare e presentare all’ingresso l’apposito modulo di “Dichiarazione convivenza abituale” scaricabile a questo link

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Io tu noi Lucio (Battisti)": il primo spettacolo dedicato al più grande cantautore italiano

    • 30 ottobre 2020
    • Teatro ReMida
  • "Due Millimetri" e "Sweet Transvestites": Scena Pride sul palco dello Spazio Franco

    • dal 29 ottobre al 7 novembre 2020
    • Spazio Franco
  • "In bocca al lupo", sul palcoscenico del Teatro Libero una fiaba moderna per le famiglie

    • dal 25 al 28 ottobre 2020
    • Teatro Libero

I più visti

  • Un'arca contemporanea per gli "animali" di Banksy, la grande mostra a Palermo

    • dal 7 ottobre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Loggiato di San Bartolomeo e Palazzo Trinacria
  • Exstasis a piazza Bellini, un video mapping tra gli stucchi della chiesa di Santa Caterina

    • dal 9 ottobre al 8 novembre 2020
    • Chiesa di Santa Caterina
  • Terracqueo, una grande mostra sul Mediterraneo va in scena a Palazzo Reale

    • dal 16 settembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Palazzo Reale
  • Scorpacciate di bellezza e cultura, torna Le Vie dei Tesori a Palermo e Monreale

    • dal 3 ottobre al 8 novembre 2020
    • luoghi all'interno dell'articolo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PalermoToday è in caricamento