Proiezione e mostra fotografica sul Festino, Santa Rosalia sul palco del Teatro Bellini

Da giovedì 11 a lunedì 15 luglio dalle 10 alle 18, nel periodo di più intensa devozione alla Santa Patrona di Palermo, il Real Teatro Bellini
dedicherà una mostra fotografica e una speciale proiezione sulle pareti del suo suggestivo arco scenico. 

Le visite assistite, oltre a raccontare la memoria del teatro più antico di Palermo, racconteranno il Festino di Santa Rosalia, festa tra le più spettacolari d’Europa, manifestazione religiosa tra le più straordinarie del Mediterraneo, punto focale dell’anno cerimoniale palermitano da 395 anni. 

Insieme agli operatori culturali Terradamare, si assisterà alle visite, dalla platea al palco Reale, nel racconto delle trasformazioni del sito architettonico e dei 350 anni del Teatro di piazza Bellini, tra San Cataldo e la Chiesa della Martorana. Un'imponente riformulazione che riporterà alla memoria di questo spazio personaggi come Donizetti, Eleonora Duse, Gabriele D'Annunzio e Vincenzo Bellini. Tre teatri inglobati in unico spazio, tra gli abiti della sartoria teatrale Pipi, le immagini evocative della festa per la "santuzza" e il fascino di un luogo dalla potente forza culturale. Le proiezioni avranno luogo alle ore 11 - 13 - 15 e ore 17.  

La proiezione fotografica

La raccolta di immagini decennale, frutto della devozione del fotografo Tommaso Calamia, sarà proiettata sulla parete del boccascena dello storico teatro. Si alterneranno immagini di folklore, spiritualità e tradizione nel suggestivo arco scenico che ha visto alcune delle rappresentazioni teatrali più importanti della città. 

La mostra "Fistinu: storia, vicoli, volti" 

Fistinu, storia, vicoli, volti è il titolo della mostra fotografica di Vincenzo e Stefano Russo. I due fotografi, che amano la Sicilia e con le loro splendide foto narrano i suoi angoli più spettacolari, hanno raccolto negli anni alcuni tra i particolari più rappresentativi della devozione a Santa Rosalia. Questa mostra ne è la perfetta sintesi: bellezza spettacolare, folklore, preghiera e festa. Un racconto fotografico colmo di commozione e conoscenza di Palermo e dei palermitani. 

La peste aveva colpito inesorabilmente portando al decesso almeno 10.000 persone nella sola Palermo ed il terribile contagio durò sino al 22 Febbraio 1625, giorno in cui, dopo il riconoscimento delle spoglie di Santa Rosalia, la peste si ridusse ed i palermitani, grati per questo invocato miracolo, onorarono la Santuzza con una grande manifestazione di fede e di felicità, che ancora oggi si propone annualmente e ne perpetua il ricordo. 

Da questa festività di esultanza liberatoria e di profonda fede nascerà la cerimonia del “Festino”, da secoli la città si trasforma per la Santa, e ancora oggi, il festino è uno dei momenti più sentiti dalla popolazione intera. Attraverso la mostra di Vincenzo Russo e Stefano Russo percorreremo alcuni momenti suggestivi di queste giornante, raccontando, non solo gli aspetti ufficiali di questa celebrazione, ma tutti quegli elementi che indissolubilmente sono legati al Festino. Luoghi storici di grande impatto simbolico, i vicoli “arredati” dai loro stessi abitanti, i volti, il mangiare, la gioia, una tradizione che si ripete da secoli e che ritroverete in queste immagini. 

Il Real Teatro Bellini

E' incastonato tra i gioielli dell'arte arabo normanna, nella scenografica Piazza Bellini, tra le storie dei dolci delle suore di Santa Caterina e dei marmi siciliani. E la sua stessa storia si muove nella somma, in effetti, di diverse evoluzioni, dalla sua origine come Travaglino, nel periodo seicentesco, un piccolo “magaseno” dei Marchesi di Valguarnera di Santa Lucia, fino ai diversi ampliamenti, per divenire il fastoso Teatro Carolino, in onore dei sovrani borboni e, infine, nel periodo post risorgimentale diventare il teatro dedicato al celebre compositore catanese. 

L'incendio che l'ha devastato non ha cancellato la traccia di uno degli edifici teatrali più antichi in Italia, in cui le maggiori opere teatrali furono realizzate, in cui le celebri Eleonora Duse, Sarah Bernahrdt e Gabriele D'annunzio varcarono la porta dell'edificio. Ma la storia del Teatro Bellini, si rinnova, si inserisce in altri binari narrativi, dove poter mostrare non solo uno dei monumenti più rappresentativi della città, ma una sinergia artistica che ne riveli le attuali potenzialità culturali.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Castrum Superius, il palazzo dei Re Normanni in una mostra che porta indietro nel tempo

    • dal 15 maggio 2019 al 10 gennaio 2020
    • Palazzo Reale
  • La casa delle farfalle fa il bis e torna al Museo Riso, sarà patrimonio dei palermitani

    • dal 5 ottobre al 31 dicembre 2019
    • Museo Riso
  • Bim Bum Bam, giocattoli diventano opere d'arte: due mesi di mostra allo Steri

    • Gratis
    • dal 3 ottobre al 23 dicembre 2019
    • Complesso Monumentale dello Steri

I più visti

  • Castrum Superius, il palazzo dei Re Normanni in una mostra che porta indietro nel tempo

    • dal 15 maggio 2019 al 10 gennaio 2020
    • Palazzo Reale
  • La casa delle farfalle fa il bis e torna al Museo Riso, sarà patrimonio dei palermitani

    • dal 5 ottobre al 31 dicembre 2019
    • Museo Riso
  • Teatro Al Massimo, la Miracle Queen tribute band in concerto con la polifonia cori e archi

    • 16 novembre 2019
    • Teatro Al Masimo
  • Bim Bum Bam, giocattoli diventano opere d'arte: due mesi di mostra allo Steri

    • Gratis
    • dal 3 ottobre al 23 dicembre 2019
    • Complesso Monumentale dello Steri
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento