Domenica, 26 Settembre 2021
Eventi

Andrea Inghisciano insieme all’Arianna Art Ensemble chiude il festival di musica antica

L'appuntamento è fissato per domani, 5 settembre, alle 21, in piazza Monumento, a Gratteri

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si conclude domani, 5 settembre, alle 21, in piazza Monumento, la XV edizione del Festival di musica antica di Gratteri. In programma il concerto “Canti ed Incanti”, che vedrà l’Arianna Art Ensemble insieme al cornettista di fama internazionale Andrea Inghisciano. Comporranno l’Arianna Art Ensemble, Alessandro Nasello al flauto dolce e dulciane, Paolo Rigano all’arciliuto e alla chitarra barocca, Marco Lo Cicero al violone e Cinzia Guarino all’organo e clavicembalo. “Canti e Incanti” è un viaggio nel mondo musicale italiano tra il ‘500, il ‘600 e la nascita del Recitar Cantando. Andrea Inghisciano, ha studiato tromba con Marco Nesi e jazz con Mauro Grossi all'Istituto musicale Pareggiato “P. Mascagni” di Livorno. Successivamente scopre il cornetto e studia con Bruce Dickey prima al Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza, poi alla Schola Cantorum Basiliensis, dove ottiene il Master in Performance Alte Musik. È membro fondatore dell’ensemble Li Sacri Cornetti.

In collaborazione con il Daimonion Ensemble ha vinto il Premio Bonporti di Rovereto. All'attività concertistica affianca quella di costruttore di cornetti. Ha collaborato con varie formazioni come La Pifarescha, Daimonion Ensemble, Il Giardino Armonico, Concerto Palatino, I Barocchisti, Concerto Italiano, Le Concert d’Astrée, Concerto Romano, La Venexiana, Cantar Lontano, Musica Amphion, La Stagione Armonica, Solistenensemble Kaleidoskop, Il Profondo, Orchestra barocca di Bologna, Orchestra Sinfonica di San Remo. Ha registrato per Emi, Amadeus, Tactus, Tibicines, E lucevan le stelle records, Spazi Sonori, Midfinger Records, Clavis, Et’Cetera, Arts. L’Arianna Art Ensemble, fondato nel 2007 dal liutista e compositore Paolo Rigano e dalla clavicembalista Cinzia Guarino, promuove la diffusione del repertorio vocale e strumentale rinascimentale e barocco, attraverso le proprie esecuzioni con strumenti d'epoca e la scelta di rifarsi alla corretta prassi esecutiva storica.

I componenti dell’Arianna Art Ensemble collaborano anche con diversi ensemble come: Il Giardino Armonico, l’Accademia Bizantina, Concerto Italiano, Cappella Gabetta, Zefiro Ensemble, Modo Antiquo, Ensemble Elyma, Studio di Musica Antica Antonio Il Verso, l’Orchestra Barocca “Les Elements”. L'ensemble, vincitore di numerosi premi in prestigiose competizioni, tra cui nel 2010 il primo premio nella sezione “Strumenti antichi” della VII edizione del Premio Nazionale delle Arti organizzato dal Ministero dell’Alta Formazione Artistica. Si è esibito nelle stagioni concertistiche più importanti d'Italia e d'Europa, (Ravenna Festival, Festival Internazionale di Malta, Festival “Les incontres baroques” in Alsazia, Festival “Nuove Settimane Barocche di Brescia” e al Festival “L’Invenzione e l’armonia” a Mantova, Amici della Musica di Udine, Unione Musicale Torino, Teatro Regio di Parma, Amici della musica di Pesaro, Amici della Musica dell'Aquila e di Palermo, Associazione Musicale Etnea, Stagione dell'Associazione Antonio il Verso). L'ensemble collabora stabilmente con importanti artisti come Enrico Onofri, Giovanni Sollima, Dmitry Sinkovsky, Gemma Bertagnolli, Andrea Inghisciano, ed è impegnato alla realizzazione del Festival internazionale di Musica Antica di Gratteri, giunto alla XV edizione. Inoltre promuove da dieci anni una stagione concertistica di musica antica e barocca a Palermo, a cui hanno partecipato importanti musicisti di fama nazionale ed internazionale. Con Giovanni Sollima ha inciso le Sonate e le Sinfonie di Giovanni Battista Costanzi, per l'etichetta discografica Glossa. Nel 2017 l’ensemble ha ridato luce ai manoscritti inediti delle opere sacre di Antonino Reggio, clavicembalista e compositore settecentesco, nato ad Aci Catena. Con la casa discografica Almendra Music ha pubblicato nel 2021 il cd “Cimbalu d’amuri”, una raccolta di brani del Seicento siciliano e spagnolo .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andrea Inghisciano insieme all’Arianna Art Ensemble chiude il festival di musica antica

PalermoToday è in caricamento