Un Natale "uniti nella diversità", il presepe vivente e multietnico di Cefalà Diana

Nei giorni 26, 30 dicembre 2018 e giorno 6 gennaio 2019 dalle ore 17:00 alle 21:00, sarà allestito il Presepe Vivente di Cefalà. Diana, che quest’anno ha come messaggio “Uniti nella Diversità”. Sotto il patrocinio dell’amministrazione comunale e con la collaborazione della Parrocchia S. Francesco di Paola dell’associazionismo locale e della cittadinanza tutta, le icone classiche del presepe si snoderanno nelle viuzze del piccolo borgo medievale della provincia di Palermo e saranno ospitate all’interno delle vecchie “pagghiere”. Si potranno anche gustare i prodotti tipici locali: dalla ricotta rigorosamente di pecora e preparata sul posto, ai “cuddurana” e, per passare ai dolci, i più classici della zona “i cucciddata e i viscotta”. Cefalà Diana ai più conosciuta per il suo castello e per le Terme Arabe si trova a circa 35 Km da Palermo sulla strada per Agrigento, piccolo e accogliente centro abitato che quest’anno vuole lanciare il messaggio universale di pace, di accoglienza, di integrazione e di inclusione.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Religione, potrebbe interessarti

  • Messe, concerti e la benedizione papale: il programma religioso del Festino

    • Gratis
    • dal 11 al 15 luglio 2020
    • luoghi all'interno dell'articolo

I più visti

  • Messe, concerti e la benedizione papale: il programma religioso del Festino

    • Gratis
    • dal 11 al 15 luglio 2020
    • luoghi all'interno dell'articolo
  • Al Cre.Zi.Plus c'è "Camera oscura": quando la fotografia diventa uno spettacolo

    • 15 luglio 2020
    • Cre.Zi.Plus
  • Passeggiata tra i luoghi strani, insoliti e curiosi di Palermo

    • 16 luglio 2020
    • Teatro Massimo
  • "Isola... mare è cultura", a Isola delle Femmine la mostra di Filippo Lo Iacono

    • Gratis
    • dal 4 al 19 luglio 2020
    • Baglio e piazzetta Pittsburg
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento