"Orlando e Rinaldo, da pupi a realtà": un progetto per rilanciare l'opera dei pupi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Un’idea originale per rilanciare l’Opera dei Pupi, sarà il tema principale della Conferenza di Presentazione di: “Orlando&Rinaldo: da pupi a realtà”, che si svolgerà a Bagheria, il prossimo 16 aprile alle 17:00 a Palazzo Butera, nella Sala Borremans. 

“Orlando&Rinaldo: da pupi a realtà” è un progetto teatrale, unico nel suo genere che può vantare un primato d’eccezione a livello mondiale, difatti, propone per la prima volta in assoluto, l’interpretazione della celebre Opera dei Pupi Siciliani, con attori umani. Si tratta, in pratica di una proposta d’innovazione artistica, dove la tradizione, incontra la modernità, poiché anche se cambiano il modo di esprimersi del Puparo ed i personaggi reali non imitano i movimenti dei Pupi, vengono mantenuti comunque i tempi teatrali e la storia originale della classica Opera dei Pupi. 

Lo spettacolo, ideato dall’Associazione Culturale “La Nuova Panormo”, verrà messo in scena nel Teatro Don Bosco Ranchibile di Palermo dal 3 al 4 Maggio 2019, dalla Compagnia Teatrale “Araldo del Vespro”, con la regia del giovane Giuseppe Bongiorno. Come per opera di un “incantesimo”, quindi, i classici Pupi, fatti di legno e di metallo, si trasformeranno “magicamente”, in personaggi reali, per suscitare ancora una volta, con stupore e meraviglia, nell’animo degli spettatori, soprattutto quelli in tenera età, l’antico fascino della tradizione siciliana più famosa nel mondo: l’Opera dei Pupi. 

L’intenzione dello spettacolo è proprio quello di far riavvicinare il pubblico alle antiche tradizioni della nostra terra, come ha dichiarato, recentemente Giuseppe Bongiorno: “Con questo spettacolo intendiamo rendere ancora più vive le antiche tradizioni della nostra amata Palermo e della Sicilia tutta e ricreare, in futuro, tutte le storie che narrano le gesta dei famosi Paladini di Francia alla corte di Carlo Magno, trasformando i classici pupi, fatti di legno e metallo, in attori in carne e ossa, sempre nel rispetto della tradizione. L’intenzione è anche quella di avvicinare i più piccoli, volendo riaccendere nelle nuove generazioni la passione per il folclore e la storia”. 

E’ un’iniziativa, quindi, fortemente sentita da una compagnia teatrale giovane e dinamica, per far riacquistare all’Opera dei Pupi, quella luce che in maniera lenta ma progressiva, si è offuscata col trascorrere degli anni, nonostante l’inserimento nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco, avvenuto nel 2008 (proclamato originalmente già nel 2001), stabilendo così il record di primo bene italiano immateriale iscritto in tale lista. 

La conferenza stampa di presentazione di “Orlando&Rinaldo: da pupi a realtà”, aperta al pubblico, vedrà la partecipazione del Sindaco Patrizio Cinque e dell’Assessore alla Cultura Romina Aiello, che presenteranno i saluti istituzionali. Interverranno alla conferenza, oltre al Regista Giuseppe Bongiorno, (che attualmente ricopre la carica di presidente dell’associazione La nuova Panormo), anche la costumista Laura inzerillo, che ha preparato i tipici costumi medioevali che rievocano l’atmosfera dell’epoca carolingia, l’attore palermitano Roberto Romano che interpreterà il ruolo dell'Imperatore Carlo Magno, gli attori bagheresi Fabrizio La Monica nella parte di Rodomonte d’Algeri e Matteo Volpe nella ruolo di Compare Nofrio. Il compito di moderatore spetterà alla Dottoressa Marina Mancini, Responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune di Bagheria. 

Le armature dei paladini sono state realizzate da Giuseppe e Davide Bongiorno (nel ruolo di Rinaldo), in lattice, gomma ed ecopelle, anziché in metallo, materiale troppo pesante che riduce la performance dei “paladini”, lasciando così piena libertà di movimento e leggerezza agli attori che li interpretano con movenze umane (e non da pupi); in modo da rendere meglio l’idea della trasformazione “magica” dal pupo alla realtà. 

Saranno presenti alla conferenza, inoltre, lo scrittore ed attore bagherese Roberto Ardizzone, autore del libro “Peppe e Margherita” (ispirato alla vita del poeta di strada palermitano Peppe Schiera), che nello spettacolo interpreta il Mago Malagigi, l’attore bagherese Paolo Tinnirello, che presta il suo volto ad Orlando ed il compositore Andrea Gioè, autore del brano chiave “Ri pupi a realtà”, che in soli 4 minuti, racchiude, in dialetto palermitano, il cuore pulsante della storia portata in scena dalla compagnia Araldo del Vespro.

Per ricevere ulteriori informazioni sul progetto teatrale “Orlando&Rinaldo: da pupi a realtà” o per acquistare biglietti dello spettacolo in programma al Teatro Ranchibile il 3 e 4 Maggio 2019, è possibile contattare la Compagnia Teatrale Araldo del Vespro, inviando un’Email all’indirizzo: araldodelvespro@gmail.com.

Torna su
PalermoToday è in caricamento