My Fair Lady, il celebre musical di Alan Jay Lerner e Frederick Loewe al Teatro Massimo

Va in scena al Teatro Massimo di Palermo dal 26 novembre al 3 dicembre My Fair Lady, il famosissimo musical di Alan Jay Lerner e Frederick Loewe sotto la bacchetta del direttore inglese Wayne Marshall e con la regia di Paul Curran. L’allestimento, in coproduzione con il Teatro San Carlo di Napoli, vede le scene di Gary Mc Cann e i costumi di Giusi Giustino, con le coreografie di Kyle Lang e le luci di David Martin Jacques.

Il grande musical torna così con un allestimento sontuoso al Teatro Massimo dopo una lunga assenza: ultimo spettacolo era stato nel 2001 Lady in the Dark di Kurt Weill su testi di Ira Gershwin, protagonista un’indimenticabile Raina Kabaiwanska. Canto, danza, recitazione, intessuti su un testo che ha tutta l’arguzia di G. B. Shaw, creatore degli immortali personaggi di Eliza Doolittle e Henry Higgins che in chiave moderna e divertente facevano rivivere il mito di Pigmalione, lo scultore greco che si innamorò della propria creazione. Nel caso di Eliza, la creazione è tutta intellettuale: quello che Higgins ricrea è infatti il linguaggio della sua “creatura”.

Per My Fair Lady Paul Curran fa muovere i personaggi nelle scene tipicamente inglesi disegnate da Gary Mc Cann: il mercato di fiori di Covent Garden, la corsa dei cavalli di Ascot, soprattutto lo studio del professor Higgins, interamente rivestito di libri. È un allestimento quindi che si mantiene fedele al musical su libretto di Alan Jay Lerner e con le musiche di Frederick Loewe e al film che ne fu poi tratto, indimenticabili protagonisti Rex Harrison, che aveva creato il ruolo di Higgins anche nel musical, e una bravissima Audrey Hepburn, perfettamente credibile nella trasformazione da scomposta fioraia a elegante lady (anche se all’epoca non mancarano le critiche perché il produttore aveva preferito l’attrice hollywoodiana a Julie Andrews, che aveva tenuto a battesimo la parte a New York).

In scena al Teatro Massimo vi sarà un cast di attori e cantanti inglesi provenienti dai teatri del West End londinese, la mecca europea del musical: nei panni di Eliza Doolittle vi sarà Nancy Sullivan, che all’attività in teatro (The Beggar’s Opera, L’anima buona di Sezuan di Brecht, Les Misérables), cinematografica e televisiva unisce quella con l’associazione W1WORKSHOPS, da lei fondata, per rendere la recitazione accessibile e alla portata di tutti: un progetto che risponde molto bene al personaggio di Eliza, che vuole elevarsi socialmente migliorando il proprio modo di parlare e quindi la propria cultura.

Il professor Higgins, lo scorbutico e misogino professore di fonetica che con i suoi insegnamenti renderà possibile la metamorfosi di Eliza, è interpretato da Robert Hands, per il quale tra le interpretazioni teatrali più recenti si ricordano Come From Away al Phoenix Theatre, per il quale è stato nominato all’Olivier Award come Best Supporting Actor, Her Naked Skin e Betrayal alla Salisbury Playhouse e Mrs Henderson Presents al Noël Coward Theatre. Il paziente colonnello Pickering è interpretato da John Conroy, il padre di Eliza, Alfred P. Doolittle, definito da Higgins “il più originale moralista d’Inghilterra”, da Martyn Ellis.

A corteggiare romanticamente Eliza sarà il giovane Freddy Eynsford-Hill interpretato da Rhys Whitfield. Nei ruoli delle due nobildonne Mrs. Higgins e Mrs. Eynsford-Hill vi saranno le attrici Julie Legrand e Gillian Bevan, mentre la governante Mrs. Pearce è interpretata da Rosemary Ashe. Completano il cast Andy Brady (Jamie) Graham Mackay-Bruce (Harry) e i compoenenti dell’nsemble: Helen Colby, Myke Cotton, Jade Davies, Nicholas Duncan, Olivia Holland-Rose, James Hume, Fiona O’Carroll, Brad Veitch. Orchestra, Coro e Corpo di ballo del Teatro Massimo, maestro del Coro Ciro Visco.

La prova generale di domenica 24 novembre, aperta al pubblico in favore di Medici senza frontiere, è già interamente sold out. Prima martedì 26 novembre alle ore 20.30, repliche fino al 3 dicembre. Biglietti da 125 a 15 euro. La biglietteria è aperta dal martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 18.00 e nei giorni di spettacolo a partire da un’ora prima e fino a mezz’ora dopo l’inizio.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Tocco ferro", quando una credenza popolare si fa spettacolo: Vespertino all'Agricantus

    • dal 5 al 12 August 2020
    • Teatro Agricantus
  • Rosalia ai Danisinni, l'antico rione palermitano si trasforma in set cinematografico

    • Gratis
    • 4 September 2020
    • Danisinni
  • "Cavalleria rusticana" al Teatro di Verdura, sul palco Roberto Alagna e Aleksandra Kurzak

    • dal 9 al 11 August 2020
    • Teatro di Verdura

I più visti

  • GoGreen Festival, musica d'estate: a Bagheria il concerto in piazza di Max Gazzè

    • 21 August 2020
    • Piazza Stazione
  • Arco Azzurro festival jazz, a Mongerbino arriva la musica al tramonto

    • dal 31 July al 5 September 2020
    • Arco Azzurro
  • Dalla chiesa di Santa Caterina all'Oratorio Quaroni, le reliquie di Santa Rosalia in mostra

    • Gratis
    • dal 14 July al 28 August 2020
    • Oratorio Quaroni
  • San Lorenzo a Bagheria, calici sotto le stelle sulla terrazza della Fondazione Trigona

    • solo domani
    • 10 August 2020
    • Fondazione Trigona
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PalermoToday è in caricamento