Bagheria, "Ossi" in mostra: l'arte di Gianluca Concialdi e Francesco Surdi a villa Palagonia

Si inaugura sabato 8 settembre alle ore 18, presso villa Palagonia di Bagheria, la mostra "Ossi" di Gianluca Concialdi e Francesco Surdi, organizzata dalla Galleria Adalberto Catanzaro con il patrocinio del Comune di Bagheria. All’inaugurazione della mostra, arricchita da un testo critico di Valentino Catricalà, parteciperanno oltre ad Adalberto Catanzaro e Valentino Catricalà, il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque, l’assessore alla Cultura Romina Aiello, Antonino Mineo amministratore di Villa Palagonia e referente della Pro-Loco e gli artisti Gianluca Concialdi e Francesco Surdi.

"Bestie: parti isolate delle stesse, cavalli con mani d'uomo, corpi umani con teste equine, scimmie deformi, numerosi draghi e serpenti, zampe svariatissime e figure di ogni genere, sdoppiamenti e scambi di teste. Vasi: tutte le varietà di mostri e di cartocci che terminano in pance di vasi e piedistalli. Immaginate tali figure a bizzeffe, senza senso e senza ragione, messe assieme senza scelta né discernimento, immaginate questi zoccoli e piedistalli e deformità allineate a perdita d'occhio: e proverete il penoso sentimento che opprime chi si trova a passare sotto le verghe da questa follia". Così scrive Goethe dei mostri di Villa Palagonia, nota appunto come “Villa dei Mostri”, costruita nel 1715, ad opera dell'architetto Tommaso Maria Napoli. L'idea della mostra nasce dalla precisa matrice alchemica alla base di questo edificio, la stessa che caratterizza le opere di Gianluca Concialdi e la ripetizione dei cosiddetti mostri, creature deformi e con la presenza continua del Dio Mercurio, fautore della trasmutazione della materia, riflessione che si avvicina alla ricerca scultorea di Francesco Surdi.

A proposito della mostra “Ossi”, il critico Valentino Catricalà scrive: "Ossi. Membrane di tempo, organismi in continua metamorfosi. Ritorno all'organico, a mondi ormai sommersi. Membrane pietrificate come nelle opere qui esposte di Francesco Surdi. O nell'ipnotismo della molteplicità di piegature di Concialdi. Due giovani che ci fanno ragionare su una nuova condizione dell'abitare oggi, che ritorna al contatto con la terra, nel sottoterra dove le cose nascono e si nascondono.(…)".

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • v'è scritto.

  • mi piacerebbe capire il senso di questa arte

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • L'arte che riparte dopo il lockdown, al Loggiato San Bartolomeo la mostra di Julien Friedler

    • dal 7 giugno al 7 luglio 2020
    • Loggiato San Bartolomeo
  • "Astratto concreto", la mostra personale di Vincenzo Ferlita alla Rizzuto Gallery

    • Gratis
    • dal 26 giugno al 4 settembre 2020
    • Rizzuto Gallery
  • Da Carola Rackete a Jovanotti: nasce #Fake, l'esposizione in via Maqueda

    • Gratis
    • dal 1 al 20 luglio 2020
    • Ares

I più visti

  • L'arte che riparte dopo il lockdown, al Loggiato San Bartolomeo la mostra di Julien Friedler

    • dal 7 giugno al 7 luglio 2020
    • Loggiato San Bartolomeo
  • Come mangiavano le monache in convento, la cena con le ricette di Santa Caterina

    • 10 luglio 2020
    • Monastero Santa Caterina D'Alessandria
  • Magia ed esoterismo, una passeggiata notturna alla volta della Palermo misterica

    • 3 luglio 2020
    • Villa Bonanno
  • "Mercanteggiando sotto le stelle", a Villa Pottino ricominciano gli eventi e le fiere

    • Gratis
    • dal 3 al 4 luglio 2020
    • Villa Pottino
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento