"Come creatura", la mostra di Francesco De Grandi alla Rizzuto Gallery

Come Creatura, mostra personale di Francesco De Grandi (Palermo, 1968), inaugurata il 15 settembre alla RizzutoGallery, resterà visitabile fino al 17 novembre 2018, dal martedì al sabato, dalle 16 alle 20. La mostra - evento collaterale di Manifesta 12, inserita nel programma ufficiale di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, con il patrocinio del Comune di Palermo - riassume lo studio e il ragionamento sulle Idee Sacre che l’artista sta portando avanti in questi anni. Come Creatura prende il titolo e l’avvio da un grande quadro che sonda l'aspetto primordiale della natura, familiare ma allo stesso tempo terribile, come deve essere stata agli occhi dell'uomo alle origini del tempo. Si parte dalla narrazione scritta nei Libri Sacri e delle leggende tramandate dai popoli, che parlano di come il mondo è stato creato, dei primi uomini che lo abitarono e di una Pianta Sacra, che contiene la conoscenza del bene e del male, il segreto dell'immortalità e della dannazione.

L’opera di De Grandi cerca di fissare il momento in cui tutto ebbe inizio, quando due uomini infreddoliti e minuscoli alzarono gli occhi al cospetto della numinosa maestà, segnando quel punto dell'evoluzione in cui nell'uomo nasce il sentimento Creaturale, la consapevolezza di non essere altro che “terra e cenere”, e nello sgomento di quella scoperta inizia a manifestarsi in lui l'idea di Dio. De Grandi affronta qui un punto cruciale della sua attuale ricerca artistica, immaginando l’origine della più profonda e tormentata condizione dell'uomo: il rapporto con Dio e la conseguente nascita delle Religioni. Una riflessione su quel sentimento Creaturale che ci accomuna e ci ricorda come tutti noi siamo uguali di fronte al grande terrore, creature tremanti che tentano disperatamente di dare una risposta alla rivelazione di una dimensione trascendente della nostra esistenza. Una bruciante questione che da allora fino ai giorni nostri continua a sedurre, a consolare, a produrre bellezza, amore e uguaglianza tra gli uomini, o a generare l'odio dell'intransigenza, della persecuzione e della potenza totalitaria.

La mostra si dipana come in un racconto, tra tele di grandi dimensioni (tra le quali “Il Trittico Delle Storie Di Gesù” realizzato tra il 2015 e il 2018), pitture su carta, appunti visivi e disegni, De Grandi cerca utopisticamente di riscrivere gli archetipi della pittura nella sua forma più viscerale. Il lavoro dell'artista restituisce allo spettatore una lenta assimilazione di temi, forme e tecniche, linguaggi stratificati nella memoria visiva e nell'esperienza dell'epifania pittorica, cercando i momenti cruciali della visione quando l'opera, presente ed inequivocabile, si manifesta. A corredo della mostra, una “pubblicazione d'artista”, un libro di 48 pagine serigrafate e rilegate a mano in cento copie firmate e numerate, realizzato in collaborazione con Tomo Studio. 

Francesco De Grandi è nato a Palermo nel 1968, dopo gli studi presso l'Accademia di Belle Arti della sua città, nel 1994 si trasferisce a Milano, dove vi resterà fino al 2008. Dal 2009 al 2012 lavora per brevi periodi a Shanghai ma poi decide di tornare definitivamente a Palermo, dove trova un luogo più adatto e protetto per continuare la sua ricerca. De Grandi ha un rapporto diretto con la pittura, quasi un corpo a corpo, e la sua ricerca pittorica si è evoluta negli anni spogliandosi sempre di più dalle contaminazioni dell'immagine contemporanea, per ritrovare con se stesso una forma di purezza e onestà. Interessato alla matrice ontologica della Pittura come percorso di conoscenza, trova nei motivi archetipici della sua storia una via per l'elevazione spirituale in una forma del dipingere quasi meditativa. Nei suoi lavori sono fondamentali l'esperienza e la visione dell'opera nella sua forma originale, verso una concezione immediatista dell'esperienza pittorica. Dal 2016 è docente di pittura all’Accademia delle Belle Arti di Palermo.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Castrum Superius, il palazzo dei Re Normanni in una mostra che porta indietro nel tempo

    • dal 15 maggio 2019 al 10 gennaio 2020
    • Palazzo Reale
  • La casa delle farfalle fa il bis e torna al Museo Riso, sarà patrimonio dei palermitani

    • dal 5 ottobre al 31 dicembre 2019
    • Museo Riso
  • "Manna dal cielo" a Cefalù, le opere di Giorgio Vasari in una mostra al museo Mandralisca

    • dal 10 marzo al 31 ottobre 2019
    • Museo Mandralisca

I più visti

  • Cinema City tra la Vucciria, Ballarò e piazza Bellini: ecco i film (gratis) in piazza

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 11 al 13 ottobre 2019
    • luoghi all'interno dell'articolo
  • Castrum Superius, il palazzo dei Re Normanni in una mostra che porta indietro nel tempo

    • dal 15 maggio 2019 al 10 gennaio 2020
    • Palazzo Reale
  • Le Vie dei Tesori, dall'aperitivo tra gli aerei di Boccadifalco al tour di notte all'Orto Botanico

    • fino a domani
    • dal 11 al 13 ottobre 2019
    • luoghi sul sito
  • Giornate Fai d'autunno, alla scoperta del Monte di Pietà e della Banca d'Italia

    • oggi e domani
    • dal 12 al 13 ottobre 2019
    • luoghi all'interno dell'articolo
Torna su
PalermoToday è in caricamento