Marineo, un viaggio nel tempo passato alla scoperta della poesia che fu

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La Poesia siciliana è il vero giullare della tradizione, la musica antica ne è il menestrello. Le parole e le note sono perle della nostra sicilianità. Lo scorso sabato la tradizione ha avuto il suo posto nella Chiesa di Sant'Anna in Marineo , all'interno di un evento che verrà replicato sabato 11 Gennaio 2020 alle ore 16:30 nella Chiesa del Collegio di Maria. 

Bisogna incastonare bene le parole alle note per un viaggio nel tempo passato per ricordare da dove si arriva e farne memoria... Ogni tanto bisogna viaggiare dentro la tradizione per alimentare la fiamma della nostra sicilianità. Le vere guide sono "li cunti e li canti" dei nonni, dei padri.

"Un viaggiu ni lu tempu chi fu, p'arrialari sapuri a lu Natali di ora...tra canti, cunti, puisia e sunati chi ni fannu riurdari lu Natali di lu paisi tra allegria di festa, ciavuru di vucciddata e di emozioni di un prisepi riccu di storia, ni ddi sirati chini di friddu ma chi quadiavanu lu cori"
Tutto ha un senso solo se gli dai un senso. "Li cunti e li canti" hanno fatto viaggiare chi era presente. Marineo e i suoi abitanti attraverso "un cuntu" che va dall'Annunciazione alla venuta dei Re Magi, attraverso parole e nenie antiche si sono ritrovati nel dolce tempo che fu grazie anche a racconti del paese che hanno fatto ricordare il nonno seduto davanti alla "bracera" che raccontava "cunti e cuntiddi"a tutti noi bambini. 

Noi tutti, ognuno con il proprio talento, abbiamo reso possibile tale bellezza in questo viaggio intriso di storia, di tradizione, di musica, di poesia e di sicilianità. La tradizione con questo spettacolo haancora una volta voce attraverso noi, fa balzare il cuore tra note e parole mentre la mente viaggia a ritroso nel tempo. Pensare a una Marineo senza tradizioni è impossibile. Noi che abbiamo visto i nostri nonni, i nostri padri raccontarle e viverle non possiamo non tramandarle ai figli e ai nipoti ancora di più. Noi siamo siciliani con un estro artistico che ci distingue da sempre. Il vero successo di questo spettacolo è il crederci, è l'infondere entusiasmo con tutte le forze attraverso una lodevole sinergia , è quella "pazzia artistica marinisi" originale e mai banale.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento