L'asse Ruggero Settimo e Libertà: ascesa, sfarzi e declino del "salotto di Palermo"

  • Dove
    Piazza Verdi
  • Quando
    Dal 30/07/2020 al 30/07/2020
    ore 19.30 | ore 21
  • Prezzo
    10 euro
  • Altre Informazioni

Questa volta vi portiamo dentro quello che si può definire il centro città, quell’asse che collega il "salotto di Palermo, che da Piazza Verdi - Teatro Massimo - per intenderci, arriva fino a Piazza Croci percorrendo un tratto di via Libertà che passa da piazza Castelnuovo.
E’ una storia anche questa, come quelle che affollano il centro storico antico, anzi un crogiolo di storie che si intrecciano tra epoche diverse, è il mondo che cambia e si avvicina i nostri giorni fin dal lontano Settecento. 

La città antica ebbe il suo primo intervento di apertura alla fine del settecento, uscendo dalle mura del cerchio nel quale era contratta, con il prolungamento verso la via Maqueda, ad opera dell’architetto Nicolò Palma che si occupò dell’apertura del nuovo inizio. Cambiava così l’asse storico che era stato fino all’epoca del barocco: la nuova strada lo “stradone fuori porta Maqueda” era il prolungamento che dalla porta Maqueda andava verso la campagna dove si trovava il piano di Sant’Oliva, qui incontrava un’altra strada dal piano di San Francesco di Paola e scendeva fino a raggiungere il porto. 

Nascono così i “quattro canti di campagna” due strade incrociate che si diversificavano da quelle antiche dei quattro canti, che dividendo la città in mandamenti. Con "l'era moderna” anche la nuova aristocrazia costruì per sé una serie di palazzi nella città nuova, più ariosa e più mondana, con dimore bellissime e nuovi luoghi di ritrovo e salotti. Questo periodo e quello successivo, con l’avvento della ricca borghesia che soppiantava lentamente la nobiltà, arrivarono una serie di iniziative destinate a cambiare volto alla città, promosse dal sindaco, il Duca della Verdura eletto nel 1860 prevedendone una nuova urbanizzazione e un risanamento. 

Si progettarono due strade, via Roma e via Libertà che vennero realizzate in tempi diversi, e soprattutto, vennero i due grandi teatri: il Massimo ed il Politeama. Ma questa storia racconta anche di luoghi importanti, oggi purtroppo scomparsi, di negozi storici centro dello shopping importante con le vetrine di grandi firme storiche che hanno fatto la storia di imprenditori palermitani che hanno fatto epoca, che hanno rappresentato un identità della società palermitana. 

La storia dei caffè, degli ateliér di moda, dei salotti culturali, che oggi non esistono più, ve li racconteremo camminando su questo asse che dal centro storico antico si allontana ma si avvicina alla nostra epoca, ai nostri ritmi a questo tempo fuggente e diverso. Appuntamento Piazza Verdi fronte Cinema Rouge e Noir. Fine percorso Piazza Mordini (Piazza Croci) angolo Giardino Inglese

  • prenotazione obbligatoria 
  • evento a numero chiuso 
  • Giovedì 30 luglio 2020
  • ore 19,30 oppure ore 21,00
  • Percorso: facile su strada con soste
  • costo: € 10

L'itinerario comprende: visita guidata con guida turistica regolarmente autorizzata con audio guida e degustazione. Info prenotazioni alle mail info_initinere@libero.it. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

  • Giornata nazionale delle dimore storiche italiane, a Palermo si visita Palazzo Lanza Tomasi

    • 4 ottobre 2020
    • Palazzo Lanza Tomasi
  • La vecchia dell'aceto: la passeggiata su Giovanna Bonanno e l'acqua velenosa

    • 3 ottobre 2020
    • Piazza della Memoria
  • Scorpacciate di bellezza e cultura, torna Le Vie dei Tesori a Palermo e Monreale

    • dal 3 ottobre al 8 novembre 2020
    • luoghi all'interno dell'articolo

I più visti

  • Mercato del contadino a Ficuzza: ogni domenica l'appuntamento enogastronomico

    • Gratis
    • dal 26 luglio al 25 ottobre 2020
    • Real Casina di Caccia di Ficuzza
  • Miserere all'Albergheria, un concerto gratuito per salutare padre Cosimo Scordato

    • 30 settembre 2020
    • Chiesa di San Francesco Saverio all'Albergheria
  • Terracqueo, una grande mostra sul Mediterraneo va in scena a Palazzo Reale

    • dal 16 settembre al 30 novembre 2020
    • Palazzo Reale
  • Museo Diocesano, la riapertura con la mostra "Architetture barocche in argento e corallo"

    • dal 10 luglio al 10 ottobre 2020
    • Museo Diocesano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PalermoToday è in caricamento