Capo Gallo, l'escursione fino alla falesia a strapiombo sul mare abitata dall'eremita Isvraele

Domenica 12 gennaio escursione alla Riserva Naturale Orientata di Capo Gallo. Si percorrerà il classico sentiero del Piano dello Stinco che porta in cima al Semaforo, abitato dall'eremita Isvraele che, se disponibile, farà visitare la sua semplice ma preziosa residenza da lui stessa addobbata, passando dalla suggestiva falesia del Bauso Rosso, la cui parete a strapiombo viene utilizzata dagli atleti come palestra a cielo aperto per l'arrampicata e il free climbing.

La riserva naturale orientata Capo Gallo è la naturale chiusura settentrionale del complesso di monti che delimita la Conca d’Oro. Capo Gallo s’innalza, con una serie di falesie a picco sul mare, a Nord e, con ripidi pendii, a Sud, a chiudere la suggestiva baia di Mondello, così fungendo da contraltare a Monte Pellegrino che si erge più a meridione. 

Il rilievo calcareo di Capo Gallo costituisce uno degli esempi più suggestivi di paesaggio carsico sul mare, per la serie di falesie strapiombanti e il suo profilo a spigoli acuti che marca la separazione tra terra e mare con linee rette e taglienti. Ma, se l’aspetto paesaggistico costituisce uno degli elementi più immediatamente percepibili del rilievo, quello scientifico è da considerarsi parimenti di notevole valore sia dal punito di vista geologico, sia per la flora e la fauna presenti, sia ancora, per Il patrimonio archeologico che custodisce. L’area, inserita nella lista dei Siti di interesse comunitario (SIC), è stata, perciò, opportunamente protetta con l’istituzione della Riserva naturale orientata (2001), estesa complessivamente  583 ettari, relativamente al rilievo, e dell’Area marina protetta (2002), che interessa Il tratto di mare compreso tra Capo Gallo stesso e la prospiciente Isola delle Femmine. La gestione della riserva terrestre è a cura dell’Azienda Regionale Foreste Demaniali. 

Per partecipare non occorre prenotare ma basta presentarsi alle 9:00 all'appuntamento a Piazzale Giotto angolo Via Giotto a Palermo. L'escursione è di facile esecuzione ma occorre tener presente il dislivello di quasi 500 m., e in discesa, è acciottolato, quindi occorromno scarponcini adeguati. Il contributo per partecipare all'escursione, compresa assicurazione, è di 5 euro. Il rientro a Palermo è previsto per le 16:30 circa.  

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Escursioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Sfincione Festival con asporto e delivery: torna l'appuntamento di Sanlorenzo Mercato

    • Gratis
    • dal 16 al 18 aprile 2021
    • Sanlorenzo Mercato
  • Bike tour alla scoperta di una Palermo segreta fatta di misteri, storie e leggende

    • solo oggi
    • Gratis
    • 11 aprile 2021
    • evento online
  • Monte Catalfano, sabato e domenica l'ascesa fino al "punto trigonometrico" e il volo di Akira

    • dal 10 al 11 aprile 2021
    • Monte Catalfano
  • Tragici giochi mortali su Tik Tok, in streaming il talk con Giovanna Corrao e Jenny Taormina

    • Gratis
    • 14 aprile 2021
    • evento online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PalermoToday è in caricamento