menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Interno di villa Adriana

Interno di villa Adriana

Un patto tra forze dell'ordine e società civile per valorizzare il patrimonio di Villa Adriana

Nel corso del convegno "Arte e cultura nella legalità", verrà siglato un protocollo d'intesa tra il sindacato di polizia Usip e l'associazione culturale Sicilia Promuove. Il segretario Assenzio: "Un momento di incontro per fare squadra". La preside Di Bartolo: "Coltiviamo la bellezza"

La segreteria provinciale dell'Unione sindacale italiana poliziotti (Usip) organizza giovedi 29 aprile, alle 16, un convegno in modalità call conference sul tema "Arte e cultura nella legalità" in collegamento da Villa Adriana.

Al convegno prenderanno parte Leopoldo Laricchia, questore di Palermo; Fabrizio Giuffrè, presidente associazione Beni Culturali Palermo; Giuseppe Emanuele Greco, vicepresidente associazione culturale Sicilia Promuove; Antonella Di Bartolo, dirigente scolastica dell’Ics Sperone-Pertini; Giacomo Callari, presidente cooperativa Sicilia isola dei tesori; Claudio Barone, segretario confederale Uil Sicilia; Vittorio Costantini, segretario generale nazionale Usip (Unione sindacale italiana poliziotti).

Nel corso della manifestazione l’Unione sindacale italiana poliziotti siglerà un protocollo di intesa con l'associazione culturale Sicilia Promuove per valorizzare il patrimonio artistico di villa Adriana attraverso specifiche iniziative e convegni che promuovono la cultura della legalità. "Un momento di incontro - afferma il segretario Giovanni Assenzio - con le professionalità del settore e i rappresentati istituzionali, per ragionare tutti insieme sulla necessità di creare un sistema che faccia squadra per valorizzare l’arte, attraverso la cultura nel rispetto della legalità. Un impegno comune di cui si faranno carico tutti i dirigenti sindacali dell’Usip tramite il coinvolgimento del mondo dell’associazionismo e dei rappresentanti della società civile". 

“L’arte e la cultura sono autentici strumenti di libertà e di sviluppo, fondamentali per un progetto di futuro che si costruisce nel presente, dentro e fuori le aule scolastiche - dichiara Antonella Di Bartolo -. Ecco perché dobbiamo coltivare la bellezza veicolata da arte e cultura; coltivarla e disseminarla, moltiplicando le occasioni di collaborazione e di dialogo interistituzionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento