Giovedì, 13 Maggio 2021
Cultura

Andrea & Andrea, da Palermo a New York uno spettacolo contro l'omotransfobia

Suddiviso in due capitoli entrambi in lingua inglese che verranno trasmessi in streaming, prende spunto da una storia vera accaduta in città. Prodotto da Raizes Teatro, vedrà sul palco l'attrice palermitana Maritè Salatiello formatasi negli Stati Uniti negli studi di Susan Batson

Maritè Salatiello

Sabato 17 aprile alle 20 l’International Human Rights Art Festival di New York presenta“Andrea&Andrea”, uno spettacolo teatrale adattato al video di Raizes Teatro in diretta streaming negli Stati Uniti d’America. Si tratta dell'ennesima tappa Usa - seppur in streaming nel rispetto delle restrizioni anti Covid - per Raizes Teatro nell’ambito della sezione Lgbtq’s Rights di Human Freedom 21.

Scritto e diretto da Alessandro Ienzi, lo spettacolo ispirato a fatti di cronaca palermitana realmente accaduti, è suddiviso in due capitoli: Andrea (A) e Andrea (B). Entrambi gli spettacoli in lingua inglese, con sottotitoli in italiano, saranno presentati in diretta anche sulle pagine della compagnia (e il prossimo autunno in sessione dal vivo a New York). Lo streaming sarà preceduto da una introduzione a cura di Tom Block, produttore esecutivo dell’Ihraf, in compagnia del regista Andrea Ienzi e dell’attrice Maritè Salatiello. 

Maritè Salatiello interpreta una studentessa stuprata dal padre

Andrea A è ispirato alla storia di una ragazza palermitana che negli anni del liceo si innamora di una sua coetanea. La famiglia, tuttavia, non accetta la sua scelta ed è in questo solco che si consuma l’orrore. Il padre abusa di lei nello straziante tentativo di modificare le sue tendenze sessuali. Andrea A è interpretato da Maritè Salatiello - attrice palermitana formatasi negli States nei notissimi studi di Susan Batson a New York - che ha già avuto l’opportunità di portare in scena oltreoceano il proprio spettacolo su Barbra Streisand. "Andrea (A) è un’occasione di studio e di approfondimento, oltre che di difesa delle vittime dei crimini di omotransfobia - racconta l’attrice palermitana di nascita, americana d'adozione -. Personalmente è anche l’occasione per raccontare una storia della mia terra, in collegamento con un'altra città, New York, dove mi sono formata come attrice e dove tornerò a breve per impegni di lavoro". 

Andrea Ciancimino porta in scena la libertà di genere 

Il 15 maggio alle ore 20 sarà invece presentato Andrea (B), uno studio sul gender e sulla libertà sessuale e di genere. Andrea è uno studente universitario, ha una famiglia normale, fa sport ed esce con gli amici, è un ragazzo come tutti. Qualche anno fa, tuttavia, era una ragazza e aveva ancora un fratello, una mamma e un papà. Andrea (B) vedrà in scena Andrea Ciancimino, giovane talento palermitano non ancora ventenne, formatosi presso la Shakespeare Theater Academy. 

Il commento del regista Andrea Ienzi 

"Ci troviamo per l’ennesima volta di fronte a storie tratte dalla cruda realtà - dice Ienzi -: storie locali che in scena si trasformano in prismi dai significati universali e che pertanto interessano anche il pubblico internazionale. Andrea&Andrea, è uno studio verso la libertà. Ognuno deve potere aderire a sé stesso, emotivamente, cognitivamente e sessualmente. In che mondo viviamo e quale mondo stiamo consegnando a chi verrà dopo di noi? Un mondo in catene, ammantato di ferina violenza? Noi di Raizes cogliamo l’occasione per supportare l’approvazione del ddl Zan, perché si riducano gli orrori nei confronti di chi in modo del tutto naturale si innamora di una persona del suo stesso sesso". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andrea & Andrea, da Palermo a New York uno spettacolo contro l'omotransfobia

PalermoToday è in caricamento