Domenica, 13 Giugno 2021
Cultura

Un contenitore dell'offerta artistica che racconta la città multietnica: ecco il portale delle CulturE

E' stato illustrato in videoconferenza dagli assessori Zito e Camassa Petralia. Il sito è suddiviso in due macro sezioni: gli eventi online e quelli programmati. A breve sarà presente anche su Facebook

Un contenitore dell'offerta artistica e multiculturale di Palermo, ma anche un sito che racconta a chi lo naviga, attraverso le proposte delle tante realtà, pubbliche o private, la città, variegata e colorata. Questo vuole essere il portale Palermo CulturE attraverso il quale si potrà accedere a tutte le offerte, presentato questa mattina alla stampa in videoconferenza dagli assessori alle CulturE e all'Innovazione, Mario Zito e Paolo Camassa Petralia. Presenti, tra gli altri, per Sispi, il presidente Cesare La Piana, il dirigente Salvatore Monreale e il Webmaster del Comune di Palermo, Giuseppe Meli.

"Il portale - ha detto l'assessore Zito -  non vuole essere una semplice agenda che annota le molteplici manifestazioni che si svolgono in città, bensì un caleidoscopio in cui le immagini che si alternano vorticosamente rivelano una città-comunità la cui visione rappresenta la cifra fondamentale di Palermo. Ospiterà, tra l'altro, tutti quegli appuntamenti che nascono attraverso le azioni dalle menti creative degli artisti, attraverso le parole dei cittadini che si uniscono in una narrazione collettiva dove si confondono i ruoli di chi narra e di chi ascolta".

Realizzato dall'Ufficio del webmaster di concerto con gli assessorati Innovazione e CulturE e Sispi, il sito tematico ha l'obiettivo di creare un'esperienza di navigazione accessibile e immediata nella ricerca dei contenuti per tutti gli utenti. "Il principio dell’innovazione come metodo politico trasversale, consente oggi - ha aggiunto l'assessore Paolo Camassa Petralia - di poter fruire di uno strumento digitale agevole, intuitivo e completo per conoscere la rassegna artistica culturale della nostra città e consente anche alle diverse realtà culturali di inserirsi in una vetrina all’avanguardia. Tutto ciò, anche tenendo conto del percorso che Sispi ha già intrapreso per definire una integrazione del portale Palermo Welcome con il Portale delle CulturE per creare una vera e propria offerta per i visitatori che vada dai musei, ai teatri, alle mostre, fino alle strutture ricettive e di accoglienza della nostra città. Con l’ormai prossimo avvento del nuovo sito del Comune, tutti i portali, compreso quello dedicato allo sport in fase di definizione, saranno - conclude l'assessore - integrati e facilmente accessibili nell’ottica di semplificare la fruizione dei contenuti, dei servizi e delle informazioni di tutti i dipartimenti dell’amministrazione comunale".

Il sito si suddivide in due macro sezioni: "Gli eventi Online", dove sono elencati quelli che si svolgeranno sulle piattaforme web messe a disposizione dai vari enti culturali e "Gli eventi programmati", dove trovano posto le manifestazioni che si svolgeranno offline. Inolte il portale si integra con quello dedicato al turismo, "Palermo Welcome", tramite il collegamento ai "Luoghi della Cultura" presente nella sezione "Cosa Vedere", e a breve sarà presente anche su Facebook, prendendo in eredità la pagina di "Palermo Capitale della Cultura".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un contenitore dell'offerta artistica che racconta la città multietnica: ecco il portale delle CulturE

PalermoToday è in caricamento