rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cultura

Torna la danza a Palermo, al Nuovo Teatro Orione una rassegna di spettacoli e workshop

MoNo dance company, Esklan, Corpo Creativo Core e Spellbound Contemporary Ballet le compagnie che si alterneranno in via Don Orione a partire dal 13 marzo con la direzione artistica di Giuseppe Minnella

Torna la grande danza a Palermo con la rassegna Motus al Nuovo Teatro Orione. Dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia, gli appassionati oltre ad assistere alle esibizioni potranno conoscere da vicino i coreografi e le loro produzioni. Agli spettacoli in teatro seguiranno infatti dei workshop per consentire alle associazioni e ai loro iscritti di incontrare i professionisti di fama internazionale. MoNo dance company, Esklan, Corpo Creativo Core e Spellbound Contemporary Ballet le compagnie che si alterneranno in via Don Orione a partire dal 13 marzo con la direzione artistica di Giuseppe Minnella. L'abbonamento costa 60 euro. 

Si parte con ”La Quinta Stagione”, coreografia di Damiano Artale, coreografo freelance, già ballerino solista Grand Theatre de Geneve e Ballet di Rhin, ex danzatore solista di Ater Balletto, e Monica Montanti, coreografa freelance, esploreranno il complesso mondo della donna e le sue emozioni, in un divenire temporale, raffigurato appunto dalle  stagioni che si  susseguono. Danzeranno sulle musiche di Antonio Vivaldi e artisti vari, portando in scena il racconto con grande emotività. La danza più delle parole riuscirà a dar vita a questo emozionante racconto di vita. 

 Il 24 aprile sarà la volta di “Golem - Amore sintetico”, coreografia Erika Silgoner, che dal 2015 ha fondato la Esklan Art’s Factory, compagnia d’autore per la quale ha firmato già numerose creazioni già in cartellone in numerosi teatri in Italia, Francia, Bulgaria, Germania, Olanda, Russia, Panama, Polonia, Spagna, Brasile.  Nel 2018 ha curato il concept e le coreografie del video “Voglio” per il cantante Marco Mengoni. In “G?lem - Amore Sintetico“ Erika Silgoner pone al centro quel desiderio di "trasmutare" l'inanimato e l'irraggiungibile in un corpo-anima d'amore che da sempre rappresenta per l'essere umano una estrema seduzione e un falso approdo. In scena un novello “pigmalione” e il suo G?lem, oggetto del desiderio di possessione, di bellezza, di amore, ci conducono in una danza piena di vortici e di strappi, di cadute e di risalite per denunciare tutti gli “amori sintetici”, contraffatti, grotteschi delle nostre vite. 

Seguirà l’8 maggio “Maslenica - Petrusca e il ciarlatano”, coreografia Alessandro Cascioli che dal 2013 lavora presso il corpo di ballo del Teatro Massimo di Palermo dove interpreta svariati ruoli da primo ballerino per coreografi importanti di fama internazionale. Si tratta di una produzione del Nuovo Teatro Orione che va in scena nel 2022 a 140 anni dalla nascita di Stravinsky. Con le sue sonorità aspre, svela al pubblico la storia tragica di un burattino che ha sentimenti umani e che viene ignorato dalla folla festosa riunitasi in occasione del Carnevale.

Il 5 giugno infine sarà la volta di “Unkwnown Woman - Ascent - Yes, of course it hurts”, tre creazioni del  coreografo Mauro Astolfi. La compagnia Spellbound Contemporary Ballet con la direzione artistica di Mauro Astolfi  e generale di Valentina Marini sostenuta dal Mibac a partire dal 2000 e realtà di punta nella rappresentanza italiana su scala internazionale, le cui iniziative sono negli anni state rese possibili anche dal sostegno della Regione Lazio, dei progetti Siae Sillumina, Ndp Subsidy negli Stati Uniti per un tour nella stagione 2012-13 (unica compagnia europea ad averlo ottenuto), primo di una lunga serie, e del contributo di numerose ambasciate e istituti Italiani di cultura che hanno contribuito alla diffusione dei progetti artistici in molteplici territori come Spagna, Germania, Lussemburgo, Svezia, Inghilterra, Francia, Svizzera, Russia, Bielorussia, Corea, Thailandia, Indonesia, Hong Kong, Azerbaigian, Turchia, Cipro, Singapore, Georgia, Canada, Usa; Panama, Israele, Messico, Cina, Giappone.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la danza a Palermo, al Nuovo Teatro Orione una rassegna di spettacoli e workshop

PalermoToday è in caricamento