rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cultura Zisa

La presentazione del libro "Paesaggi del Belìce" ai Cantieri culturali alla Zisa

Si tiene venerdì 10 marzo, nello Spazio Mediterraneo di Legambiente Sicilia, l'incontro organizzato dalla Rete Museale e Naturale Belicina, nel quale si parlerà deli anni del prima e post-terremoto fino ai nostri giorni

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Viene presentata venerdì 10 marzo a Palermo, alle 17 e 30 ai Cantieri Culturali alla Zisa nello Spazio Mediterraneo di Legambiente Sicilia, la pubblicazione dal titolo “Paesaggi del Belìce. Gli anni del prima e post terremoto fino ai nostri giorni” edita dalla Fondazione Orestiadi. Il volume, promosso dalla Rete Museale e Naturale Belicina, è un racconto corale che narra la Valle del Belìce in maniera interdisciplinare dagli anni prima del terremoto ai nostri giorni. Una monografia che raccoglie e presenta in un’unica cornice i 25 siti (musei, riserve naturali, parchi archeologici e altri luoghi della cultura) aderenti alla Rete, attraverso numerose fotografie, con testi di Giulia Casamento, Enzo Fiammetta, Vincenza Messana, Paolo Madonia, Giuseppe Maiorana, Mario Mattia, Giuseppe Salluzzo e Massimiliano Zane, realizzata grazie al contributo del Ministero della Cultura, Direzione Generale Educazione, Ricerca e Istituti Culturali.

L’incontro sarà aperto dai saluti di Giuseppe Alfieri, presidente di Legambiente Sicilia, a cui seguiranno gli interventi di Gianfranco Zanna, referente dell’iniziativa Salvalarte Belìce di Legambiente Sicilia, e di Alessandro La Grassa, direttore del Gal Valle del Belìce e presidente del Cresm. Saranno presenti gli autori del libro. Quella della Valle del Belìce è una storia spesso dimenticata, trascurata o appiattita sul racconto del grave evento sismico ma che rivela invece, a una lettura attenta, un territorio ricco di tradizione, di energie e di potenzialità, a partire dalle lotte sociali di Danilo Dolci e Lorenzo Barbera, passando poi dall’esperienza visionaria e concreta di Ludovico Corrao a Gibellina, e dalla conoscenza del grande patrimonio di cultura e di natura emerso in questi ultimi anni anche grazie all’iniziativa Salvalarte Belìce di Legambiente Sicilia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La presentazione del libro "Paesaggi del Belìce" ai Cantieri culturali alla Zisa

PalermoToday è in caricamento