Domenica, 14 Luglio 2024
Cultura Palazzo Reale-Monte di pietà / Via Giovan Battista Pagano, 32

"C’è stato forse un tempo", al tribunale la presentazione del libro di Massimo Caponnetto

Si terrà alle ore 11 nell'aula magna della Corte d'Appello. L’autore narra l’incontro e l’amore che ha tenuto insieme i suoi genitori - il giudice Antonino Caponnetto e Bettina Baldi - e le vicende che a partire dagli anni ’80 impegneranno professionalmente il magistrato a Palermo

Martedì 14 febbraio, alle ore 11, presso l'Aula Magna della Corte d'Appello di Palermo, verrà presentato in anteprima a Palermo il libro “C’è stato forse un tempo. La storia dell’amore fra Bettina e Antonino Caponnetto” di Massimo Caponnetto.

L’autore narra l’incontro e l’amore che ha tenuto insieme i suoi genitori - il giudice Antonino Caponnetto e Bettina Baldi - e le vicende che a partire dagli anni ’80 impegneranno professionalmente il magistrato a Palermo. Antonino Caponnetto, per molti diventato "nonno Nino", a partire dal 1983 decise di trasferirsi in Sicilia per succedere a Rocco Chinnici alla guida del Pool antimafia di Palermo. Nel libro il vissuto personale e professionale si intrecciano in una sequenza di avvenimenti che hanno scandito il contrasto a Cosa nostra, in una sequenza organizzata cronologicamente.

L'iniziativa è rivolta a giovani studenti e studentesse, docenti e dirigenti e tutte quelle persone che desiderano approfondire la storia Bettina Baldi e Nino Caponnetto, la loro profonda umanità, gli anni di lavoro a Palermo, le amicizie, i sacrifici, le gioie - ma anche le amarezze - attraverso lo sguardo del figlio Massimo.

Saluti istituzionali: Antonio Balsamo, presidente del tribunale di Palermo e Lia Sava, procuratrice generale di Palermo. Introduzione di Vittorio Teresi. Ne discutono Elvira Terranova, giornalista, e Massimo Caponnetto, autore del libro. A seguire dibattito.

Ingresso aperto al pubblico su autorizzazione della Procura Generale. Al fine di poter acquisire gli accrediti è necessario comunicare al più presto i nominativi dei partecipanti all'indirizzo e-mail: segreteria@centrostudiborsellino.it (nome, cognome, luogo e data di nascita).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"C’è stato forse un tempo", al tribunale la presentazione del libro di Massimo Caponnetto
PalermoToday è in caricamento