rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cultura

"Nel profondo di un'anima": il libro d'esordio di Agnese La Bella, studentessa liceale col "pallino" per la scrittura

Il romanzo dell'alunna del Don Bosco, 16 anni, è stato pubblicato dalla casa editrice Albatros, che lo ha selezionato attraverso un concorso letterario nazionale. Martedì alle 18,30 la presentazione, assieme a compagni e docenti, nella scuola che frequenta. "E' un dono della vita, mi auguro di poterne fare tesoro"

Ha appena sedici anni ed è una studentessa liceale, come tante, ma con il “pallino” per la scrittura, la sua passione sin da bambina. Agnese La Bella, alunna del liceo classico Don Bosco Ranchibile di Palermo, adesso ha coronato il suo sogno, quello di diventare scrittrice. Il suo primo romanzo, infatti, ha visto la lucenei giorni scorsi. Si intitola “Nel profondo di un’anima” e lo ha pubblicato la casa editrice Albatros, dopo una selezione, attraverso un concorso letterario nazionale.

Sullo sfondo, la Sicilia risorgimentale, l’epopea dei Mille e il retaggio borbonico. In primo piano, una tenera, a tratti struggente,storia d’amore che si dipana in saloni sfarzosi e sfavillanti o in un casolare di campagna, con una serie di vicissitudini e colpi di scena che catturano il lettore sino alla fine. Un romanzo storico, ma soprattutto romantico, di formazione, con alcuni elementi di giallo. Unastruttura narrativa articolata, con una trama avvincente. Un esordio che sorprende e promette bene, come viene sottolineato nella quarta di copertina del libro. La prefazione alla collana Nuove voci è della scrittrice e giornalista Barbara Alberti.

L’autrice,alunna modello a scuola, appassionata lettrice e scrittrice dalla penna versatile, rivela, già alla sua prima esperienza, un talento da coltivare.Grande successo a scuola, orgogliosi i compagni e i suoi docenti, che si stringeranno attorno a lei, martedì 13 dicembre, alle 18,30, nella sala teatro dell’Istituto, per la presentazione del libro, la prima di una serie in programma.

Agnese è entusiasta, felice, ma con i piedi per terra: "Sono davvero contenta - dice - per me è la prima esperienza e la vivo con gioia e pure incredulità. Ho iniziato la stesura del libro durante li lungo periodo di lockdown, ma ho sempre amato scrivere, sin dalla scuola primaria. Non speravo in questa possibilità ed è stata, per me, così giovane, un dono della vita. Mi auguro di poter fare tesoro di tale opportunità e di continuare lungo questa strada, con serietà e tenacia".

Una parte del ricavato delle vendite, come informa la casa editrice, sarà devoluto per sostenere un progetto di educazione femminile in Niger, attraverso il programma dell’Unicef, Impresa Amica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nel profondo di un'anima": il libro d'esordio di Agnese La Bella, studentessa liceale col "pallino" per la scrittura

PalermoToday è in caricamento