rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cultura

Room to Bloom: una piattaforma di artiste internazionali per creare narrazioni ecofemministe e decoloniali

Dal 19 al 23 Novembre 2021 a Palermo

Dopo il grande successo alla Biennale di Kyiv-Allied, Room to Bloom arriva a Palermo per la prima volta dal 19 al 23 di novembre. Si tratta della prima piattaforma di artiste internazionali che lavorano con pratiche ecofemministe e decoloniali. Room to Bloom, con la conoscenza e l’esperienza delle artiste, mira a riportare al centro della discussione temi sino ad ora solo marginalmente affrontati dalle istituzioni artistiche fornendo alle artiste emergenti e agli operatori culturali la possibilità di navigare il patriarcalismo e il razzismo nel mondo delle arti e di aprire nuovi spazi di discussione.

Per quattro giorni, 35 artisti provenienti da 18 paesi, visiteranno gli spazi più emblematici di Palermo trasformando i luoghi più rappresentativi della città in un "padiglione vivente" di arte in movimento. Tutto questo grazie alla collaborazione con associazioni locali, artisti palermitani e stranieri, che hanno scelto Palermo come laboratorio di creazione artistica. A cura di Marcela Caldas, il programma per Palermo, titolato The living pavilion: weaving commons out of time, parte dal femminismo decoloniale e dall'ecofemminismo e propone ripensare e decostruire le strutture, le gerarchie e le dinamiche più tradizionali del mondo dell'arte. Palermo, con la sua particolare condizione di essere isola e crocevia, offre lo spazio perfetto per questo Pavilion che mira a smontare i circuiti e i dispositivi della produzione coloniale e patriarcale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Room to Bloom: una piattaforma di artiste internazionali per creare narrazioni ecofemministe e decoloniali

PalermoToday è in caricamento