Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cultura

Musica al tramonto nei tesori dell'archeologia, Palermo Classica a Solunto e Monte Iato

Una rassegna al calar della sera in due delle aree archeologiche più affascinanti di questa parte di Sicilia: violino, pianoforte e musica da camera faranno da guida ai siti palermitani. Otto i concerti a ingresso gratuito

Una rassegna al tramonto in due delle aree archeologiche più affascinanti di questa parte di Sicilia: violino, pianoforte faranno da guida ai siti di Solunto e Monte Iato. Palermo Classica allarga il proprio cartellone cittadino e cuce un cartellone di otto concerti da camera -sei a Solunto e due a Monte Iato, tutti a ingresso gratuito - per coinvolgere un pubblico sempre più vasto e innamorato dell'Isola. Una rassegna, promossa dall’Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, che si aprirà venerdì (28 agosto) alle 19 a Solunto con il concerto inaugurale della pianista estone Kristi Kapten immersa nell’esecuzione del “Piano Trio n. 1” di Beethoven e nel “Piano Quartet K 493” di Mozart, con tre “archi” della Palermo Classica Symphony Orchestra: Aura Fazio al violino, Christian Cutrona alla viola e Daniela Santamaura al violoncello. Il concerto verrà poi riproposto,  modificato nel programma, domenica prossima (30 agosto) allo Steri per la stagione principale di Palermo Classica.

“Un’occasione unica - dicono l’assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, Alberto Samonà e il neo direttore del Parco, Stefano Zangara - per trasformare la visita ad un'area archeologica in un viaggio tra le emozioni. I ruderi, in un'ora particolarmente magica della giornata sulle note di Beethoven, Chopin, Puccini, Verdi, Gounod. Anche quest’iniziativa rientra tra i progetti del Governo Regionale per valorizzare al massimo il patrimonio storico-culturale della Sicilia e per offrire un'attrattiva ancora maggiore nei luoghi della nostra storia”.

Il 30 agosto, sempre nell’area archeologica di Solunto, il secondo appuntamento: il pianista piccardo Antoine De Grolée proporrà un piano recital dedicato interamente a Chopin, tra Notturni, Valzer e Mazurche, fino a sfociare in alcuni “Improvvisi” e prorompenti “Polacche Op. 26 - 40 e 61”. Il 5 settembre ancora piano con la giovane e promettente musicista tedesca Marie Rosa Günter impegnata nella versione cameristica del “Concerto per pianoforte e orchestra n. 13 K 415” di Mozart. Nella prima parte della serata la stessa pianista si esibirà in duo, con il violoncellista Peter Tilling, immergendosi in alcuni capolavori di Beethoven, Schumann e Debussy. Il concerto in programma il 10 settembre è un omaggio all'opera lirica: il soprano mongolo Shu Wen Jia, accompagnata dal pianista Tullio Garbari, proporrà arie tratte da Puccini, Gounod, Verdi. La rassegna di Solunto si avvia alla conclusione: il secondo recital per violino e pianoforte, il 20 settembre, vedrà protagoniste la pianista rumena Axia Marinescu e la violinista giapponese Seina Matsuoka nella “Sonata “La Primavera” di Beethoven e nella “Sonata K 454” di Mozart. Si chiude il 26 settembre con il Mattaliano Clarinet Quartet che eseguirà musiche di Ravel, Morricone e brani inediti dello stesso clarinettista.

Due i concerti in programma nell'area archeologica di Monte Iato: l’11 settembre, alle 18,30 e in replica alle 20, la pianista greca Nefeli Mousoura - già ospite il 5 settembre del penultimo concerto cittadino di Palermo Classica - eseguirà il “Piano Concerto Op. 11” di Mozart, sempre nella versione cameristica; e nella prima parte, si esibirà con la violinista austriaca Swantje Asche-Tauscher nella “Sonata n. 5” di Beethoven. Il secondo appuntamento a Monte Iato sarà il 18 settembre con un programma accattivante: le Quattro Stagioni di Vivaldi nell'esecuzione della solista giapponese Seina Matsuoka, accompagnata dalla Palermo Classica Chamber Orchestra. I concerti saranno ad ingresso libero fino ad esaurimento posti e la penotazione obbligatoria. Info sul sito: www.palermoclassica.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica al tramonto nei tesori dell'archeologia, Palermo Classica a Solunto e Monte Iato

PalermoToday è in caricamento