rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022

VIDEO | Al Conservatorio la musica dal vivo riparte con una stagione giovane: spazio ad allievi e docenti

Dalla musica antica alla lirica al contemporaneo e al jazz: 26 appuntamenti con gli studenti, 14 con gli insegnanti e 19 riservati alle singole classi strumentali e vocali. L’inaugurazione il 15 giugno alle 20 nell’atrio di Palazzo Sant’Elia con "Scene dalla Bohème". Tra i luoghi scelti anche la Cattedrale e lo Spasimo

Il Covid non l'ha mai veramente fermato ma ora riparte a tutta musica riaprendo le porte anche al pubblico. Sarà una stagione giovane, con molti concerti dei docenti, ma soprattutto con tantissime esecuzioni degli studenti. L’estate 2021 segna la ripresa della musica dal vivo anche al Conservatorio Scarlatti con una programmazione - la prima dal ritorno alla guida dell’Istituto del direttore Daniele Ficola - che intende valorizzare i tanti giovani talenti che si formano alla scuola musicale del capoluogo, considerata fra le più prestigiose d’Italia.

La stagione inizierà il 15 giugno e si concluderà a novembre. L’inaugurazione è prevista alle 20, nell’atrio di Palazzo Sant’Elia, con "Scene dalla Bohème", ovvero come Palermo ammaliò Giacomo Puccini, a cura del dipartimento di canto lirico e teatro musicale. Da un’idea di Giovanni Mazzara e con il coordinamento di Tiziana Arena, il progetto è realizzato in collaborazione con la Fondazione Sant’Elia, la Fondazione Teatro Massimo e l’Accademia di Belle Arti.

Per il presidente del Conservatorio Mario Barbagallo riaprire è una grande felicità. “Siamo entusiasti - dice - di presentare questa prima stagione dal vivo così ricca di proposte e di iniziative. Gli spettacoli in digitale sono stati utili a proseguire l’attività, ma per i nostri allievi è importante misurarsi col pubblico”.

“Le proposte musicali abbracciano tutti gli insegnamenti presenti al Conservatorio”, spiega il direttore Daniele Ficola. “E’ una ripresa tanto attesa da tutti, docenti e studenti, che riporterà il Conservatorio sulla scena musicale dal vivo proponendo un gran numero di concerti eseguiti da giovani e dai loro docenti, spesso insieme, soprattutto in spazi aperti, che segnano tra l’altro nuove collaborazioni istituzionali. Una vera gioia per tutti noi”.

Dalla musica antica alla lirica al contemporaneo e al jazz, i numeri sono davvero alti: 26 appuntamenti con gli allievi, 14 con i docenti, che spesso suoneranno insieme ai loro allievi, e 19 concerti riservati alle singole classi strumentali e vocali, tra questi anche l’esecuzione dell’Histoire du Soldat di Stravinsky a cura della classe di direzione d’orchestra di Carmelo Caruso e un concerto dell’Orchestra Sinfonica diretta dagli studenti. Molti di questi giovani musicisti hanno già avuto importanti riconoscimenti come il soprano Federica Guida, Despina nel recente Così fan tutte della Scala, le pianiste Carmen Sottile, Rosamaria Macaluso e Ludovica Franco, il flautista Federico La Rosa vincitore dell’ultima edizione del Premio Abbado, per non dimenticare gli allievi dei dipartimenti Jazz e Musica antica e i tanti altri che comunque stanno iniziando una brillante carriera.

I programmi eseguiti dai docenti manifestano un grande e variegato panorama musicale, anche con riferimento a piccole messe in scena come Façade di William Walton, oppure la Lezione di Canto, pasticcio barocco ricreato sulla falsariga degli intermezzi buffi settecenteschi. Rientrano in questa parte della stagione anche i concerti realizzati per il Festival Spasimo 2021.

È una programmazione che conferma l’apertura del Conservatorio alle collaborazioni istituzionali, in particolare, con il Teatro Massimo, la Città di Palermo, l’Accademia di Belle Arti, il Brass Group, la Curia Arcivescovile e la Guardia Finanza. I luoghi scelti per gli spettacoli e i concerti sono fra i più belli di Palermo, oltre all’Atrio del Conservatorio, palazzo Sant’Elia, la Cattedrale, la Chiesa di Santa Maria di Valverde, lo Spasimo e il cortile dell’Oratorio di Santa Cita.

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Al Conservatorio la musica dal vivo riparte con una stagione giovane: spazio ad allievi e docenti

PalermoToday è in caricamento