Cultura

Lo Spazio Flaccovio, una perla di storia dei libri tra le Vie dei Tesori

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Un tesoro di libri per le Vie dei Tesori 2018.

di Marina Fontana

"Ogni volta che ci capita di leggere 'il libro' entriamo nella vita dei protagonisti, non siamo più noi, ci capita di immedesimarci nei vari personaggi, ci introduciamo in un universo parallelo abitato da altre vite. Leggere consente di conoscere te stesso e gli altri, di scoprire il mondo che ti circonda o di vivere nel mondo della fantasia, un libro ti consente di provare delle emozioni, e ti arricchisce dentro." Francesco Flaccovio (Figlio di Salvatore Fausto Flaccovio - Libraio e Editore Siciliano).

Le vie dei Tesori palermitana è anche libri da leggere, consultare, vivere, nello 'Spazio Flaccovio' all’interno del liceo Vittorio Emanuele II, con ingresso accanto al Convitto nazionale, a pochi metri dalla Cattedrale. Qui la storica casa editrice, nata nel 1939, ha ricostruito recentemente, in due aule concesse dalla scuola, tutto il suo mondo, attraverso circa 700 libri donati agli studenti e da loro catalogati, pannelli “narranti”, fotografie e lettere. Tra bellissimi arredi d’epoca ci si può liberamente immergere nella lettura e consultazione. Un'esposizione speciale è dedicata al celebre romanzo di successo "I Beati Paoli" di Luigi Natoli e a quella sugli scritti di Sciascia. Durante la visita è possibile ammirare il piano della Cattedrale dal balcone dell'aula magna: un colpo d’occhio straordinario. L'intero percorso di visita, guidata dagli alunni e dalle alunne della scuola, ha una durata di 20 minuti ed è accessibile ai disabili. Lo Spazio Flaccovio è stato inaugurato il 9 giugno 2018, con una donazione di oltre 600 volumi provenienti dall’archivio privato della famiglia Flaccovio, attraverso la realizzazione di un percorso espositivo che prende forma nelle aule del liceo classico Vittorio Emanuele II. Si presenta come centro culturale e sede di un progetto che, in continuità con i valori condivisi dalla casa editrice sin dalla sua fondazione, vuole contribuire a costruire il futuro culturale di Palermo.

Dal vasto patrimonio d’archivio sono stati selezionati alcuni dei momenti iconografici che possano rappresentare al meglio i 75 anni di impresa familiare: dalla nascita, nel 1938, della prima sede storica della libreria di via Ruggero Settimo, per ingegno e volontà di Salvatore Fausto Flaccovio, cui segue nel 1939 l’inizio dell’avventura editoriale che si è sviluppata attraverso tre generazioni che hanno reso famoso il nome Flaccovio, sinonimo di cenacolo culturale della città. In famiglia è Giuseppe Flaccovio, che segue le orme del nonno Fausto, del padre Francesco e dello zio Sergio. Stessa passione per il mondo dei libri e un'esperienza di ben 15 anni nella libreria di Via Ruggiero Settimo, è lui che continua ad occuparsi di libri nel punto vendita Flaccovio del Forum di Palermo, dove oltre ad un'offerta di libri molto articolata, dedica uno spazio importante, ai libri per bambini. Per conservare il ricordo di 75 anni di attività, è stato ricostruito l’archivio editoriale dal 1938 al 2013, e una copia è stata donata al liceo classico Vittorio Emanuele.

Così lo Spazio Flaccovio si propone come un luogo laboratoriale. Il suo obiettivo è declinare una progettualità permanente e progressiva che ospiterà presentazioni editoriali e dibattiti insieme ad un programma di interventi, con il coinvolgimento degli studenti della scuola, dell’Accademia e di autori ed artisti siciliani che possano entrare in relazione con la storia editoriale contenuta nelle opere d’archivio. Lo Spazio Flaccovio si pone l'obiettivo di dare vita a riflessioni con le nuove generazioni di creativi e intellettuali attraverso delle iniziative culturali volte alla valorizzazione del dialogo della storia culturale siciliana e della scoperta dei talenti emergenti, per opera di un costante confronto attraverso i libri tra vecchie e nuove generazioni di creativi e intellettuali. L’ideazione è di Giuseppe, Francesco e Sergio Flaccovio. La curatrice della mostra è Maria Chiara Di Trapani, in collaborazione con Andrea Kantos, il progetto di allestimento è di Analogique in collaborazione con Dimora Oz.

Marina Fontana Cona

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo Spazio Flaccovio, una perla di storia dei libri tra le Vie dei Tesori

PalermoToday è in caricamento