Venerdì, 19 Luglio 2024
Cultura

“Mnemotecniche tra letteratura neuroscienze e didattica”, il saggio della palermitana Mariafrancesca Lo Nardo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La dottoressa Mariafrancesca Lo Nardo ha presentato il suo saggio dal titolo “Mnemotecniche tra letteratura neuroscienze e didattica”. Mercoledì 17 a Palermo, a Palazzo Ziino, sede comunale dell’Assessorato alla Cultura. Hanno dialogato con l’autrice la dottoressa Anna Maria Principato, nel ruolo di relatrice e la dottoressa Maddalena Giucastro che ha effettuato un’intervista. Durante l’evento si è parlato non solo di memoria, ma anche di letteratura e didattica. L’autrice ha catturato l’attenzione del pubblico, non solo parlando, ma anche mostrando 2 video. Tali video, sono stati realizzati dalla dottoressa Lo Nardo in persona attraverso Il programma di grafica Canva, ed erano composti da immagini curiose, colori vividi, frasi lapidari, accompagnati da un sottofondo musicale. Realizzando questi video, Mariafrancesca Lo Nardo, ha potuto dare sfogo alla sua energia creativa e conciliandola con il suo sapere universitario.

Partecipando all’ evento, il pubblico ha apprezzato non solo del talento per la scrittura (di saggistica) dell’abilità nella comunicazione visiva dell’autrice. Infatti, durante la proiezione del secondo video gli ospiti non hanno mai distolto lo sguardo dallo schermo in una maniera quasi sorprendente. Oltre a discutere sulla tematica della memoria e sulle mnemotecniche, si è anche parlato dell’ importanza del sapere umanistica e della cultura classica, come antidoto all’ eccesso di razionalità scientifica dell’ epoca in cui viviamo. Lo scopo dell’evento è stato: promuovere la lettura, divulgare la conoscenza, discutere sulla tematica della memoria, e naturalmente far conoscere il libro. L’autrice Mariafrancesca Lo Nardo nasce a Palermo il 21 luglio 1995. Dopo la maturità classica, conseguita nel 2014 presso il liceo Meli della stessa città, decide di proseguire gli studi umanistici a livello universitario. Il 7 marzo 2018 consegue la laurea triennale in Lettere Moderne, con una tesi sul linguaggio dal titolo “Universali fonologici e acquisizione del linguaggio tappe evolutive e patologie correlate”.

Il 26 marzo 2021 consegue la laurea magistrale in Italianistica presso l’Università degli Studi di Palermo. Dopo la scrittura di due tesi di laurea, scopre una passione per la scrittura di saggistica, e si rende conto non solo di essere in grado di occuparsi di tematiche di ambito umanistico, ma anche di argomenti di natura scientifica. Infatti nel Marzo 2022 pubblica il suo primo saggio multidisciplinare. Nel novembre 2022 la dottoressa Lo Nardo partecipa ad “Eccellenze Italiane” una trasmissione televisiva che si occupa di divulgazione culturale. La puntata si può rivedere sul canale YouTube della trasmissione. Amante dei viaggi, dei musei e della natura, vorrebbe lavorare nell’ambito della valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico, mettendo la sua creatività, le sue conoscenze e competenze a favore della sua terra. Avendo voglia di promuovere il territorio siciliano, nell’Aprile 2023 pubblica un articolo sulla testata giornalista PalermoToday, riguardante la storia e leggende del Comune di Isola delle Femmine. La scelta di parlare di questa località non è casuale.

Mariafrancesca Lo Nardo ama profondamente Isola e il suo passaggio. Il libro: struttura, argomenti, destinatari e come acquistarlo Il libro “Mnemotecniche tra letteratura neuroscienze e didattica” è stato pubblicato il 9 Marzo 2022 per la casa editrice Susil Edizioni. Come si può dedurre dal titolo, esso appartiene al genere dalla saggistica ed è un’analisi multidisciplinare. Esso è diviso in tre capitoli. Il primo capitolo tratta principalmente della differenza tra memoria e apprendimento, dei vari sistemi di memoria, di come funziona la memoria dal punto di vista neurobiologico e del rapporto tra ricordo ed emozioni. Il secondo capitolo è interamente dedicato alla lunga, ma affascinate storia della memoria. Esso riguarda le teorie sulla memoria e soprattutto le tecniche di memoria che gli antichi avevano elaborato nel corso dei secoli per rispondere ad una sola esigenza: memorizzare e recuperare i ricordi facilmente. Infine nel terzo capitolo si troveranno degli esempi di applicazione delle mnemotecniche nella didattica in classe e nello studio individuale.

Il libro da dei consigli utili sia ai docenti sia agli studenti di qualsiasi ordine e grado. Inoltre, dato che la tematica riguarda vari settori della conoscenza (principalmente quello scientifico, umanistico e psicopedagogico) è rivolto anche a tutti coloro che amano conoscere. Lo stile del libro è lineare e scorrevole, i termini tecnici vengono spiegati con parole chiare e semplici. Queste due caratteristiche rendono il testo fruibile, a persone di qualsiasi livello culturale. Il libro è acquistabile, su catalogo Susil Edizioni, oppure su Amazon al prezzo di 15, 90€.Tuttavia il modo più facile per avere il libro con uno sconto sul prezzo di copertina e senza spese di spedizione è contattare l’autrice sui social (sul suo profilo Facebook o Instagram).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Mnemotecniche tra letteratura neuroscienze e didattica”, il saggio della palermitana Mariafrancesca Lo Nardo
PalermoToday è in caricamento