rotate-mobile

VIDEO | "Il cielo azzurro e le terre senza fine", Teresa Nicoletti dona a Godrano il suo inno ufficiale

La compositrice è stata insignita della cittadinanza onoraria e nominata "ambasciatrice di Godrano nel mondo". Scoperta anche una lapide commemorativa sulla parete esterna del Municipio

Un inno per raccontare Godrano al mondo, per interpretare la voce della gente, ma calarsi nelle bellezze del luogo. Ormai Teresa Nicoletti è diventata per tutti la “compositrice degli inni ufficiali comunali”: ne ha già composti cinque – tra l’altro è stata la prima ad avere scritto un inno ufficiale istituzionale per un’isola italiana – e dopo Capaci, Monreale, Ustica, Isola delle Femmine e Torretta, tocca appunto a Godrano. Al Palazzo Municipale si è volta la cerimonia solenne di presentazione e, soprattutto, la prima esecuzione in assoluto dell’inno di cui Teresa Nicoletti ha scritto sia il testo che la musica, su commissione dell’Amministrazione comunale.

L’inno che è stato già depositato alla Siae è stato eseguito dopo quello di Mameli, dalla stessa Nicoletti, accompagnata dal pianista Vito Mandina e dal trombettista Roberto Crivello. Scoperta una lapide commemorativa di questa prima esecuzione, affissa sulla parete esterna del Municipio. La compositrice è stata nominata “ambasciatrice di Godrano nel mondo”. Teresa Nicoletti ha composto la sua prima musica originale a due voci a soli 5 anni; ma poi ha proseguito, con brani strumentali e vocali, per voce sola e orchestra, arie sacre, romanze e inni ufficiali. 

Si parla di

Video popolari

PalermoToday è in caricamento