Sabato, 31 Luglio 2021
Cultura Sperone

Incontri d'autore al castello di Maredolce con Giovanni Mattaliano in "Tarantamed"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Sabato 16 dicembre 2017 alle ore 18.00 presso il Castello Maredolce (vicolo del castellaccio 21/23, Palermo) “Incontri d'autore” al Castello Maredolce con il progetto Memorie sceniche promosso dalle associazioni Cerism, People help the people, l'associazione ente di formazione Kronos onlus e la Soprintendenza ai Beni Culturali, in collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo. Presentano il Concerto dal titolo "TarantaMed" con Giovanni Mattaliano e il Liberation Creative Ensemble. Mattaliano ai clarinetti e proprie musiche in scena con lo straordinario flautista improvvisatore Benedetto Basile e il compositore contrabbassista Massimo Patti, insieme a loro un giovane ensemble composto dai musicisti del corso creativo di fiati tenuto quest'anno all'interno del progetto europeo Giardini condivisi e Memorie sceniche. Durante il concerto, nella meravigliosa ed affascinante cornice culturale del castello in stile islamico risalente al XII secolo che fu anche residenza del Re normanno Ruggero II, verranno eseguite musiche mediterranee e nuove composizioni dello stesso Mattaliano dedicate alla memoria creativa del luogo, appartenente alla secolare storia della città di Palermo.

L'ingresso al concerto è gratuito fino ad esaurimento posti. Giovanni Mattaliano: clarinettista, sassofonista, compositore, didatta, direttore d’orchestra, autore di testi poetici e teatrali, produttore artistico, nato a Palermo nel 1969, ha studiato presso il Conservatorio “V. Bellini “di Palermo e l’Accademia Internazionale “L. Perosi” di Pescara, nel contempo approfondisce gli studi di jazz, di composizione, di poesia e regia teatrale. Ha realizzato con proprie musiche, propri testi e regia gli spettacoli “Quell’unico fiato”, “Fiati di corde”, “Colori d’anima mediterranea — Liberation Art,” “Soteira”, “I Fiati del mare” e ideato le rassegne artistiche e produzioni “I suoni dell’isola”(2015), “Oceano mediterraneo”(2002), “Fuori dalla classica”(2003) e “Acque Sonore”(2014). Ha ricoperto il ruolo di direttore artistico dell’Orchestra Musica Contemporanea di Palermo dal 1995 al 2003. Ha eseguito più di 3000 concerti in tutti i teatri e rassegne concertistiche italiane (Roma, Torino, Milano, Modena, Firenze, Genova, Pescara, Napoli, Ancona, Perugia, Cosenza, Foggia, Lecce, e all’estero in America, Cina, Francia, Olanda, Germania, Belgio, Norvegia, Bulgaria, Romania, Albania, Tunisia, Marocco, Grecia, Malta, Croatia ecc. Ha realizzato numerosi cd e vanta prestigiose collaborazioni solistiche tra le quali con Sting, Natalie Cole, Clark Terry, Claudio Baglioni, Tosca (festival di Sanremo 2007), Beppe Servillo, Rossana Casale, Aida Sattaflores, ed altri. Insegna Clarinetto jazz al Conservatorio V. Bellini di Palermo, tiene dei master di clarinetto creativo e sul mondo di improvvisazione jazz ed etnica. Incide due cd con proprie musiche “Voci del dove” (2008) e “Soteira” (2012) e centinaia di collaborazioni discografiche con tanti altri artisti. Di recente è uscito il suo nuovo libro di liriche dal titolo “ReMaRe”, una raccolta di 24 poesie dedicate al suono, con all’interno le fotografie di Giuliana Torre e i disegni di Maria Paola Marsala. Nel 2017 è uscito il suo nuovo cd “Spirit” ha svolto una tournèe in Croatia, ha suonato all’Aquila con il cantautore Marco Massa per il jazz italiano, tenuto un workshop concerto al festival jazz di Milano, ha organizzato in veste di direttore artistico il primo Clarinet Sicily festival a Cefalù.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incontri d'autore al castello di Maredolce con Giovanni Mattaliano in "Tarantamed"

PalermoToday è in caricamento