Teatro Massimo, l'incasso della prova generale della Turandot andrà all’Ail

A parlare è il sovrintendente Francesco Giambrone, durante la visita alla Casa La Chiocciola: "Apriamo l'anno nel segno della solidarietà". I fondi serviranno a sostenere il trasporto dei malati fuorisede nei luoghi di cura

Da sinistra, Vilma Mazzola, Pino Toro, Angela Catanese, Francesco Giambrone, Graziella Caraccio, Salvatore La Spisa

Il Teatro Massimo offrirà ad Ail Palermo le prove generali della Turandot di Puccini in programma venerdì 18 gennaio alle 18,30. L'incasso sarà destinato a sostenere l’assistenza ai malati. A dare l'annuncio è il sovrintendente Francesco GiambroneVisita nel corso della visita alla Casa Ail “La Chiocciola” avvenuta questa mattina nell’appartamento confiscato alla mafia in viale Francia e destinato all’Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma di Palermo per accogliere i pazienti fuorisede e i loro familiari. Il Teatro Massimo è stato tra i principali sponsor della realizzazione di questa importante struttura, che opera a regime ormai da tre mesi e che si aggiunge a Casa “La Coccinella”.

"La collaborazione con Ail, che dura ormai da molti anni rafforzandosi nel tempo, ci dà l’opportunità - afferma Giambrone  - di aprire il nuovo anno nel segno della solidarietà: non solo con la bellissima scalinata che come ogni anno abbiamo realizzato grazie alle stelle di Natale acquistate dall’Ail, ma anche devolvendo a favore delle attività da loro svolte l’incasso della prova generale di Turandot. La visita alla Casa Ail, realizzata anche grazie alle attività realizzate in questi anni dal Teatro Massimo, è stata una grande emozione e una grande gioia, restituendoci il senso di un impegno di tutto il teatro, dei suoi artisti e delle sue maestranze, non solo per offrire emozioni a chi viene in teatro per vedere gli spettacoli, ma anche per dare segnali concreti di solidarietà nei confronti di chi ogni giorno svolge un’azione meritoria e di grande impatto".

"Prenderci carico - sottolinea il presidente di Ail Palermo Pino Toro - delle persone con particolare fragilità, garantendo il trasporto nei luoghi di cura a coloro che vivono nelle varie zone della provincia e hanno difficoltà a viaggiare indipendentemente è il nostro primo obiettivo.

Ci sono ancora alcuni posti disponibili nei palchi laterali (costo da 10 a 20 euro) ed è possibile acquistarli nella sede dell’Ail all'Ospedale Cervello, in via Trabucco, 180.

Potrebbe interessarti

  • A cena fuori con tutta la famiglia, quali sono le pizzerie e i ristoranti bimbo-friendly a Palermo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Menopausa, quali sono i rimedi naturali che le signore palermitane dovrebbero seguire

  • Estate uguale esodo al villino, ecco come i palermitani possono arredare la casa al mare

I più letti della settimana

  • Vedono donna sola in casa e provano a violentarla: lei urla, marito la salva a suon di cazzotti

  • Tramonta il sogno cinese, crolla l'impero Z&H: sequestrati 7 centri commerciali

  • Lutto nel mondo del tifo palermitano, morto ultras della Curva Nord Inferiore

  • Clamoroso: il Palermo non è riuscito a iscriversi al campionato di serie B

  • Incendio sulla Palermo-Sciacca, pullman dell'Ast divorato dalle fiamme

  • Il boss arrestato: "Mi tolgo il cappello davanti al figlio di Riina"

Torna su
PalermoToday è in caricamento