Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cultura Tribunali-Castellammare

Conferenza di presentazione del progetto "ma.re.comun.e" nell'ex Real Fonderia alla Cala

Si terrà martedì 25 settembre alle ore 10.30

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Palermo 25/09/2018 ore 10,30 Ex Real Fonderia Conferenza di Servizio allargata alla stampa per la presentazione del progetto "Ma.Re. Comun.E – Mamme in Rete per una Comunità in Evoluzione" dell'Associazione di Volontariato Anirbas. Si terrà martedì 25 settembre alle ore 10.30 nell'Ex Real Fonderia alla Cala, in piazza Fonderia, 12 a Palermo, per presentare agli organi d'informazione un progetto socio educativo rivolto ai bambini da 0 a 6 anni e alle mamme, anche in attesa, residenti nei Quartieri Brancaccio e Settecannoli, ricadenti nella II^ Circoscrizione. La presentazione si terrà alla presenza della stampa e delle autorità civili, religiose e militari: del Sindaco Leoluca Orlando e degli assessori Giuseppe Mattina (Cittadinanza Solidale, Diritto e Dignità dell'Abitare, Beni Comuni, Partecipazione), Giovanna Marano (Politiche Giovanili, Scuola, Lavoro, Salute) della Città di Palermo, nonché del presidente della II^ Circoscrizione Mario Greco, del Presidente dell'Associazione di Volontariato Anirbas Maria Rosa Castagna, del dirigente scolastico della F S. Cavallari, Rosalia Marturana, della Presidente del CeSVoP Giuditta Petrillo, della responsabile del progetto Tina Bianca, della dott.ssa Mariateresa Di Stefano e dei rappresentanti di enti ed istituzioni partner dell'iniziativa. Il progetto "Ma.Re. Comun.E – Mamme in Rete per una Comunità in Evoluzione" nasce da una idea dell'Associazione di Volontariato Anirbas e fa subito breccia in altri 8 partner tra Istituzioni, Enti ed Associazioni del terzo settore operanti sul territorio.

Lo scopo è quello di creare un sistema integrato, pubblico e privato, per la gestione dei servizi socio–educativi a favore dei bambini che risiedono in un’area geografica a "rischio", attraverso azioni di contrasto alla povertà educativa. Il progetto, che si articola nel corso di 3 anni ha come obiettivo quello di creare una comunità capace di educare i bambini nei primi anni di vita attraverso il coinvolgimento delle mamme: l'elemento principale attorno a cui ruota la famiglia. L'Associazione di Volontariato Anirbas ed i partner del progetto (Associazione Aif, Associazione Culturale Arthesia, Centrale Valutativa S.R.L, Centro di Volontariato Cammino D'amore, D.D.S Cavallari (Scuola dell’infanzia Francesco Saverio Cavallari), Don Giuseppe Puglisi, Eurosofia, Il Tesoro Ritrovato) opereranno con modalità working in progress per meglio strutturare il progetto e le sue articolazioni agli effettivi bisogni delle 198 famiglie dei bambini iscritti alla scuola dell'infanzia Francesco Saverio Cavallari.

Il progetto "Ma.Re. Comun.E – Mamme in Rete per una Comunità in Evoluzione" si articola attraverso lo svolgimento di diverse attività scolastiche ed extra-scolastiche; d'iniziative socio educative, di aggregazione ludiche e ricreative; di laboratori e visite attraverso il prolungamento dell'orario scolastico, l'istituzione del servizio mensa, scuola e campi estivi, e Servizi di accompagnamento a casa dei bambini. Nell'ambito del progetto Viene istituito altresì un Centro per Famiglie e per bambini, un Centro D'ascolto, uno Sportello Rosa, uno Spazio Puericultura ed un Centro Mediazione familiare. Sarà poi istituita la Children card che in base all'Isee familiare permetterà ai destinatari di ritirare beni di prima necessità inerenti ai fabbisogni essenziali. "Ma.Re. Comun.E – Mamme in Rete per una Comunità in Evoluzione", è un progetto selezionato da Impresa Sociale "Con i Bambini" nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. L'Associazione di Volontariato Anirbas, assieme agli altri 8 partner, intende agire sul contesto sociale-territoriale e sulle dinamiche della II^ Circoscrizione, nei quartieri Brancaccio e Settecannoli di Palermo, contribuendo alla valorizzazione del “sistema sociale famiglia” e all'emancipazione sociale ed economica dei suoi componenti. Inoltre, attraverso l'attivazione di una rete territoriale, si tende a formare i genitori e a costruire una nuova società sulla consapevolezza che: “Chi educa un bambino, educa un uomo, chi educa una donna, educa un popolo”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conferenza di presentazione del progetto "ma.re.comun.e" nell'ex Real Fonderia alla Cala

PalermoToday è in caricamento