Musica popolare in scena a Bagheria, al via il primo di una serie di concerti a Palazzo Butera

Un viaggio tra i canti della Settimana Santa e le appassionate serenate d'amore. Una serata all'insegna del folclore dove rivivranno anche i suoni e i balli dei nonni. Tra i protagonisti la zampogna, il tamburello, il friscaletto e la fisarmonica

Al via mercoledì il primo di una serie di concerti intitolati "Arte e Musica Suoni In Sicilia”, organizzati e promossi dall'associazione culturale e musicale "Pietro Mascagni", con il patrocinio della Regione Sicilia e in collaborazione con il Comune di Bagheria, assessorato alla Cultura guidato da Daniele Vella. Il primo appuntamento è fissato alle 19, nella sala Borremas di Palazzo Butera.

"Si tratta di uno spettacolo - spiegano gli organizzatori - proposto da un ensamble di musicisti incontratisi lungo l'arco delle loro ricerche e dei loro spettacoli nell'ambito della musica popolare. Un gruppo eterogeneo composto dal 'carrettiere' Giovanni Di Salvo, dall'etnomusicologo Giuseppe Giordano, dal polistrumentista Giampiero Amato, dalla percussionista, dottoressa in Beni demoetnoantropologici e insegnante di danze popolari Simona Ferrigno, dalla fisarmonicista Virginia Maiorana e dal musicista e musicologo Ciccio Piras.

Le storie musicali più affascinanti dell’Isola e i suoni e i balli dei nonni rivivranno in una serata all'insegna della musica folklorica. Un viaggio tra i canti della Settimana Santa e le appassionate serenate d'amore, tra i canti melismatici dei carrettieri dei carrettieri baarioti e le danze che un tempo animavano le feste fatte in casa. Complici di questi canti e fonte di ricordi, strumenti protagonisti della serata saranno la zampogna, il marranzano, il tamburello, il friscaletto, la chitarra e la fisarmonica.

"Siamo felici di ospitare e patrocinare questo importante evento a Villa Butera, a Bagheria, comune in cui -  dice l’assessore Daniele Vella - la tradizione dei canti dei carrettieri ha radici profonde.  Saremo nella splendida Sala Borremans luogo prestigioso nel quale far rivivere la nostra cultura".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento