Il Teatro Massimo apre la stagione dei concerti: trionfo per il soprano Mariella Devia

Il recital, che ha visto esibirsi al pianoforte Giulio Zappa, è stato applauditissimo. Prossimo appuntamento venerdì 1 marzo con Nicola Alaimo accompagnato, sempre al piano, da Giuseppe Cinà

Concerto soprano Devia © Rosellina Garbo 2019

Buona la prima per la nuova stagione di concerti di canto e pianoforte del Teatro Massimo: il concerto del soprano Mariella Devia, che si è tenuto ieri sera nella Sala Grande è stato applauditissimo. L'evento rappresentava il ritorno al pubblico palermitano con i grandi ruoli del belcanto italiano, quel repertorio che tante volte l’ha vista protagonista applauditissima delle stagioni del Teatro Massimo, con tre indimenticabili edizioni di Lucia di Lammermoor di Donizetti ma anche in Anna Bolena, La sonnambula, I Capuleti e i Montecchi, fino alla Norma del 2017. 

Da Lucrezia Borgia e Roberto Devereux di Donizetti, alle romanze francesi di Liszt e Gounod, all’applauditissima Aria dei gioielli dal Faust di Gounod nella prima parte, e nella seconda parte le arie dal Corsaro e da Giovanna d’Arco di Giuseppe Verdi e la grande aria finale del Pirata di Bellini, “Col sorriso d’innocenza”, ogni interpretazione è stata accolta da un diluvio di applausi e acclamazioni, fino ai due bis conclusivi, “Casta diva” da Norma di Bellini e “Chi il bel sogno di Doretta” da La rondine di Puccini. Prossimo appuntamento per i recitals del Teatro Massimo venerdì 1 marzo con Nicola Alaimo accompagnato al pianoforte da Giuseppe Cinà.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

  • Auchan, ruba 63 barattoli di pesto di pistacchio: arrestato

Torna su
PalermoToday è in caricamento