Cultura

Rolando, Giufà e Peppe Schiera tornano in vita, la rievocazione delle antiche tradizioni invade la città

Tanti gli spettacoli realizzati per le vie, i mercati e i vicoli di Palermo che hanno permesso ad adulti e bambini di entrare in contatto con la storia e le tradizioni popolari

La cantastorie Sara Cappello

Conclusa la tre giorni dedicata al teatro popolare, ai cunti e ai tipici personaggi della letteratura popolare siciliana. La rassegna “Strummula e Basilicò”, organizzata dalla cantastorie Sara Cappello con il patrocinio di Palermo Capitale della Cultura, ha rievocato le antiche tradizioni popolari della Sicilia rendendo  omaggio ad un patrimonio culturale che non può scomparire. I valorosi paladini delle leggende cavalleresche ma anche Giufà, Petru Fudduni, Peppe Schiera, la vecchia dell’aceto, hanno ripreso vita e hanno rappresentato momenti di evasione, divertimento e memoria per tante famiglie.

Tanti gli spettacoli e le passeggiate musicate, per le vie, i mercati e i vicoli della città, che hanno permesso ad adulti e bambini di entrare in contatto con la storia e le tradizioni siciliane. Via Bara all’Olivella, piazza San Domenico, piazza Verdi, piazza Garraffello, i giardini della Zisa, alcune delle location che hanno incorniciato gli spettacoli di Sara Cappello. Con lei grandi professionisti come Fulvio Cama, il cuntista puparo Gaetano Celano, Valentina Cucina, Toni Greco, Mel Vizzi e Alessandro Nicolosi. “La nostra rassegna è stata dedicata alle tradizioni popolari - ha dichiarato Sara Cappello - perché è nostro dovere di siciliani mantenere viva la memoria, le credenze, imiti, leconsuetudini e letradizionidella nostra terra. Dobbiamo mantenere vive le nostre radici”.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rolando, Giufà e Peppe Schiera tornano in vita, la rievocazione delle antiche tradizioni invade la città

PalermoToday è in caricamento