Giovedì, 24 Giugno 2021
Cultura Tribunali-Castellammare

Boris Begelman ed Arianna Art Ensemble all’Oratorio di Santa Cita

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Venerdì 12 Aprile alle ore 21:00 presso l'Oratorio di Santa Cita, avrà luogo il quinto appuntamento della Stagione Concertistica MusicaMente. Protagonisti della serata grandi nomi del panorama musicale internazionale di musica barocca: Boris Begelman, violino solista e direzione, Jonathan Pia, tromba naturale, ed Alessandro Nasello, fagotto e flauto dolce, accompagnati dall'Arianna Art Ensemble (Valeria Caponnetto, Sara Bagnati e Martina De Sensi al violino, Giorgio Chinnici ed Andrea Lizarraga alla viola, Gioacchino Comparetto all'oboe barocco, Marco Lo Cicero al contrabbasso, Cinzia Guarino al clavicembalo, Paolo Rigano all'arciliuto, Marco Testori al violoncello).

Il programma prevede l'esecuzione del Concerto brandeburghese BWV 1047, in fa maggiore per tromba, flauto dolce, oboe, violino, archi e b.c., e il Concerto BWV 1042 in mi maggiore, per violino, archi e b.c. di J. S. Bach; il Concerto in do maggiore per fagotto, archi e b.c. di C. Graupner; e il Concerto per violino, tromba, violoncello obbligato 3 violini, 2 viole e b.c. in re maggiore di Telemann. Boris Begelman è nato nel 1983 a Mosca dove ha iniziato lo studio del violino all'età di 7 anni. Nel 2007 si è diplomato al conservatorio di Mosca studiando sotto la guida di Dmitry Sinkovsky e perfezionandosi dopo con Alexei Lubimov (musica da camera). Nel 2013 si è diplomato al conservatorio Bellini di Palermo (magnum cum laude) studiando con Enrico Onofri il violino barocco e con Riccardo Minasi la musica da camera.

Come primo violino e direttore si è esibito con il Complesso Barocco, con l'Accademia Bizantina, con la Cappella Gabetta, con il Pomo d'oro, con la Cappella Mediterranea e molti altri. Come solista è stato diretto tra altri da Giovanni Antonini, Enrico Onofri, ed Ottavio Dantone. Durante la stagione 2014 - 2015, tra i vari impegni Boris registra il suo primo CD da solista. La registrazione delle Sonate per violino e basso continuo di Telemann realizzata nel 2014 e pubblicata nel 2015 dalla Deutsche Harmonia Mundi (Sony Classics) è il primo passo importante nel percorso musicale dall'Arsenale Sonoro, l'ensemble fondato da Begelman, ed è stato accolto dalla stampa internazionale con critiche entusiastiche.

Jonathan Pia ha conseguito gli studi musicali presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, nella classe di Tromba del M° Giancarlo Sacchi. Dal 1997 fa parte dell'Ensemble Pian And Forte (4 trombe, timpani e organo) diretto dal M° Gabriele Cassone. A partire dallo stesso anno ha intrapreso un'intensa attività Concertistica che lo ha portato a suonare presso le più importanti città, teatri e festival in Italia e all'estero. Apprezzato esecutore di tromba naturale, collabora regolarmente con numerosi ensemble (Sonatori de la Gioiosa Marca, Accademia Montis Regalis, Accademia Bizantina, Europa Galante, Concerto Italiano, Complesso Barocco ecc.) e direttori specializzati nel repertorio barocco e classico. Ha effettuato numerose registrazioni per diverse case discografiche e nel 1998 è iniziata, e continua tutt'oggi, la sua collaborazione con il Divertimento Ensemble che gli ha permesso di eseguire le più interessanti pagine della letteratura musicale del '900.

Si è laureato col massimo dei voti in Musicologia presso l'Università degli Studi di Pavia - Cremona. Insegna Storia ed analisi del repertorio per tromba presso il Conservatorio C.G. da Venosa di Potenza e tiene un Seminario di Tromba Naturale presso il Conservatorio G. Verdi di Milano. Alessandro Nasello si è diplomato in flauto, fagotto barocco e fagotto moderno col massimo dei voti, lode e menzione, si esibisce regolarmente nelle più prestigiose sale e teatri del mondo come: Lincoln Center di New York, Konzerthaus e Musikverain di Vienna, Berliner Philharmonie, Bozar de Bruxelles, CCB di Lisbona, Champes Elysée e Philarmonie di Parigi, Chateau de Versailles, Barbican e st. John Smith di Londra, Rudolfinum di Praga, Concertgebouw di Amsterdam, Thonhalle Maag di Zurigo, NFM di Wroclaw, teatro Massimo di Palermo, per i festival più prestigiosi , oltre in Italia anche in: Francia, Germania, Gran Bretagna, Polonia, Portogallo, Austria, Ungheria, Belgio, Olanda, Bulgaria, Svizzera, Romania, Repubblica Ceca, Lussemburgo, Malta, Lettonia e U.S.A. Collabora regolarmente con le seguenti orchestre: Accademia Bizantina- Dantone, Carmignola; Giardino Armonico - Antonini; Concerto Italiano - Alessandrini; Europa Galante- Biondi, Cappella Gabetta - A. e Sol Gabetta; Pomo d'Oro - Emelyanychev; l'a. b. di Ambronay - Alarcon e S.Kuijken; Zefiro - Bernardini; La Risonanza - Bonizzoni; Modo Antiquo - Sardelli; Bremen barok Orchestra; Hofkapelle Esterhazy - Onofri; La Verdi Barocca - Jais; Accademia barocca di Santa Cecilia di Roma - Sardelli; Budapest Festival Orchestra - H. Niquet; Fondazione teatro Massimo di Palermo; Divino Sospiro; Arianna Art Ensemble - Onofri, Sinkovsky, Tampieri, Russo, Sollima; The Italian Consort - Barigione; Ad Mosam; Les Elements-Cartosio; Antonio il Verso - Minasi, Onofri, Schifani ed è stato il I fagotto dell'orchestra barocca europea "EUBO" nel 2015/16- Mortensen e Podger. Ha vinto diversi premi sia come solista che in formazioni da camera.

Ha registrato per Decca e Naive Oltre all'attività di concertista, viene invitato a insegnare a diverse masterclass e insegna flauto dolce presso il liceo musicale "Regina Margherita" di Palermo L'Arianna Art Ensemble fondato nel 2007 dal liutista Paolo Rigano e dalla clavicembalista Cinzia Guarino, mira a promuovere la diffusione del repertorio vocale e strumentale sei-settecentesco attraverso le proprie esecuzioni con strumenti d'epoca e la scelta di rifarsi alla corretta prassi esecutiva storica. Ha all'attivo un'intensa attività musicale in Italia e all'estero. Ingresso con abbonamento o biglietto (euro 12,00 intero/8,00 ridotto). Biglietti disponibili poco prima del concerto in loco. Info su www.associazionemusicamente.com Programma J.S. Bach. II concerto brandeburghese BWV 1047, in fa Maggiore per tromba, flauto dolce, oboe, violino, archi e b.c. 1 Allegro 2 Adagio 3 Allegro J.S. Bach Concerto per violino BWV 1042 in mi maggiore, per violino, archi e b.c. 1 Allegro 2Adagio 3 Allegro assai C. Graupner Concerto in do maggiore per fagotto, archi e b.c. 1 Vivace 2 Largo e giusto 3 Allegro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boris Begelman ed Arianna Art Ensemble all’Oratorio di Santa Cita

PalermoToday è in caricamento