Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura Libertà

“Armalilàndia”, una favola siciliana premiata al concorso di letteratura per ragazzi a Grottammare

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

C'è anche "Armalilàndia - Cu nasci scìmia, po’ mòriri omu?", opera della maestra-scrittrice Maria Concetta Armetta e pubblicato dalla Pietro Vittorietti edizioni nel 2018, tra le opere premiate al 12esimo concorso di letteratura per ragazzi "Città di Grottammare" (in provincia di Ascoli Piceno).

Armalilàndia, una favola tutta siciliana per i ragazzi dai 7 ai 13 anni, attraverso un dinamico e avvincente contesto narrativo consente di riflettere sugli atteggiamenti mafiosi nella nostra società e attivare in classe percorsi di educazione alla legalità.

La storia si svolge a Palermo nello zoo Armalilàndia; gli armali sono protagonisti dai tratti tipicamente siciliani che si ritrovano oppressi dal giogo mafioso della banda dei Supirchiusi e dal capo famiglia Chiddu. Tra espressioni in dialetto siciliano, proverbi e citazioni degli eroi dell’antimafia, il testo coinvolge i piccoli lettori in momenti di “piacere per la lettura”, di riflessione e di confronto anche attraverso le attività e i giochi inseriti nell’appendice didattica.

"Talè come trema… ma che hai paura di noi? Hai paura degli amici? Lo sai che se ci rispetti, noi ti difendiamo, ti aiutiamo, ti vogliamo bene… e non devi avere paura di nessuno, né dentro né fuori di qui! Perché noi, di amici ne abbiamo ovunque… Quelle parole spaventarono ulteriormente Niègghia il pappagallo, al punto che non riusciva a star dritto sul trespolo per il forte tremore. -Talè, ora imparò pure a ballare!- esclamarono le tre scimmie schernendolo".

Con un linguaggio distintamente siciliano, l’autrice si rivolge ai ragazzi trattando tematiche come il pizzo, l’usura, i soprusi in modo semplice ed efficace. Maria Concetta Armetta, palermitana, maestra per scelta e autrice per caso, così ama definirsi, torna nelle librerie con il suo terzo libro per ragazzi “Armalicomio”, perseguendo il progetto di sicilianità nelle scuole coerentemente con le sue precedenti opere “Punto è… al Capo” e “Armalilàndia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Armalilàndia”, una favola siciliana premiata al concorso di letteratura per ragazzi a Grottammare

PalermoToday è in caricamento