Da Ballarò alla Vucciria: ecco "Abbanniaturi", il nuovo libro di Mauri Lucchese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

E' uscito recentemente il nuovo libro dello scrittore e storico della città di Palermo Mauri Lucchese intitolato "Abbanniaturi", dedicato ai mercati storici della città di Palermo.

Mauri sempre attento alle problematiche della nostra città e a quello che gira intorno ad essa, questa volta munito di macchina fotografica si è addentrato per le kasbe dei mercati storici di Palermo, il Capo, Ballarò, la Vucciria e il mercato delle Pulci, raccontando il folklore, profumi, il calore, i personaggi e gli abbanniaturi che con le loro danze vocali riescono ad attirare la curiosità sia dei numerosi turisti che dei palermitani, affezionati da sempre a questi luoghi per fare compere, muovendosi tra i banconi illuminati da grandi luci bianche e quasi oscurati dai grandi teloni colorati. Mauri Lucchese inoltre racconta nel libro dettagliatamente i prodotti esistenti tra le bancarelle, facendo riferimento pure allo street food in particolare lo "sfincione palermitano.

La prefazione è stata curata da Ketty Tamburello che ha raccontato delle volte in cui si recava al mercato del Capo, mettendo in evidenza l'abbanniari dei venditori e i colori e le luci caratterizzanti l'atmosfera che si respira in tali luoghi. La copertina del libro è stata curata dall'artista Vincenzo Michele Grimaldi. Il libro è già disponibile nelle librerie di Palermo.

Torna su
PalermoToday è in caricamento