Corleone, presentazione della tela scomparsa 50 anni fa e apertura della mostra

Dopo 50 anni dalla sua scomparsa in circostanze misteriose, la Madonna del Lume sta per essere restituita ai cittadini corleonesi. Il quadro del ‘700, trafugato nel 1970 e ritrovato dalla polizia lo scorso mese di luglio, sarà celebrato con una mostra allestita nella Cappella della Compagnia dei Bianchi. L’inaugurazione è prevista per sabato 22 agosto a partire dalle 10. L’ingresso è gratuito.

Per questa speciale occasione, riapre le porte l’Ex Ospedale della Compagnia dei Bianchi, gioiello storico e architettonico di Corleone. La Compagnia dei Bianchi dello Spirito Santo lo ha candidato come “Luogo del cuore” del Fondo Ambiente Italiano e l’Amministrazione comunale ha tra i suoi progetti quello di migliorare la fruibilità del complesso ex ospedaliero, prendendo a modello lo Spasimo di Palermo. Lunedì prossimo, al suo interno è in programma un concerto di Palermo Classica.

L’apertura della mostra “Il capolavoro ritrovato: la Madonna del Lume” sarà preceduta dalla presentazione ufficiale della tela. Dopo i saluti del sindaco Nicolò Nicolosi, dell’assessore alla Cultura e alla Legalità Walter Rà, del presidente della Compagnia dei Bianchi Vincenzo Gallina, interverranno tra gli altri il senatore Riccardo Nencini, presidente della Commissione Cultura del Senato, monsignor Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale, il questore di Palermo Renato Cortese, il professore Alessandro Bedini della Fondazione Campus Lucca, Studi del Mediterraneo, la professoressa Mariny Guttilla, docente di Storia dell’Arte all’Università degli Studi di Palermo.

Durante la cerimonia, un encomio sarà conferito al commissario capo della Polizia di Stato di Corleone, Filippo Li Volsi, e all’ispettore Orazio Antonino Melita per l’impegno profuso nella ricerca del dipinto scomparso. Inoltre, si esibiranno due violinisti della Massimo Kids Orchestra, Luca Provenzano e Salvatore Pasqua (entrambi corleonesi), insieme al tenore Christian Rimasti.

La mostra comprende anche una tela che rappresenta la Madonna di Trapani e alcuni volumi originali appartenenti alla Compagnia dei Bianchi dello Spirito Santo. Per visitarla, in ottemperanza alle norme per la prevenzione della diffusione del coronavirus, sarà necessario indossare la mascherina. Prima dell’ingresso, nell’atrio dell’Oratorio, sarà proiettato un video introduttivo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Museo Diocesano, la riapertura con la mostra "Architetture barocche in argento e corallo"

    • dal 10 luglio al 10 ottobre 2020
    • Museo Diocesano
  • Terracqueo, una grande mostra sul Mediterraneo va in scena a Palazzo Reale

    • dal 16 settembre al 30 novembre 2020
    • Palazzo Reale
  • Geraci Siculo, il calice del monastero di Santa Caterina in mostra al museo parrocchiale

    • Gratis
    • dal 22 agosto al 31 dicembre 2020
    • Museo parrocchiale

I più visti

  • Mercato del contadino a Ficuzza: ogni domenica l'appuntamento enogastronomico

    • Gratis
    • dal 26 luglio al 25 ottobre 2020
    • Real Casina di Caccia di Ficuzza
  • Ville nobiliari, musei gioiello, chiese nascoste e case d’artista: Le Vie dei Tesori debutta a Bagheria

    • dal 12 al 27 settembre 2020
    • luoghi sul sito
  • Museo Diocesano, la riapertura con la mostra "Architetture barocche in argento e corallo"

    • dal 10 luglio al 10 ottobre 2020
    • Museo Diocesano
  • Terracqueo, una grande mostra sul Mediterraneo va in scena a Palazzo Reale

    • dal 16 settembre al 30 novembre 2020
    • Palazzo Reale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PalermoToday è in caricamento