La fiaba come strumento di guarigione, l'incontro con Patrizia Boi e Maria Burgarella

La scrittrice Patrizia Boi dialoga con la Psicologa Maria Burgarella nell'ambito del 2° Convegno "Scienza e Coscienza" sul tema della guarigione nel Romanzo - Fiaba "Mammoy, di Catorchio, Cletus e altre avventure", una lunga Fiaba strutturata come le Mille e una Notte. Si tratta di una serie di racconti iniziatici con cui il protagonista - il dio Scienziato Lug - intende formare il suo Robottino Catorchio. Attraverso la narrazione, così come è accaduto dalla Notte dei Tempi mediante i Racconti attorno al fuoco, Lug trasforma il Robot che aveva creato in un bambino vero: Musica, Canto, Poesia, Viaggio, Metamorforsi Vegetali, Magia, incontri con le Janas, con gli Elementali del Piccolo Popolo in mezzo a Paesaggi incantati, ai Beni Culturali e Archeologici di una Sardegna Arcaica. Illustrazioni di Niccolò Pizzorno.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Al halisah, i luoghi della Kalsa: alla scoperta del quartiere più antico di Palermo

    • 14 giugno 2020
    • Porta dei Greci
  • Sulle orme dei Florio, il tour letterario ispirato al romanzo "I Leoni di Sicilia" di Stefania Auci

    • 13 giugno 2020
    • Teatro Massimo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento