menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boom di contatti a dicembre per i concerti in streaming dell'Orchestra Sinfonica: "Un successo"

Il Cda della Foss soddisfatto per "il feedback di visualizzazioni" dell'iniziativa "Musica per voi". La presidente Maria Elena Volpes: "Abbiamo sfruttato tecnologie moderne che abbattono barriere e confini". Il vice Intravaia elogia i musicisti: "Hanno grandi meriti"

Sono tantissimi gli affezionati dell’Orchestra Sinfonica Siciliana che hanno continuato a seguire i suoi concerti in streaming, negli ultimi tre mercoledì. Il progetto che ha accompagnato il mese di dicembre, “Musica per voi”, si è rivelato un successo e il feedback sulle visualizzazioni è più che soddisfacente. Un risultato che non poteva lasciare indifferente la governance della Foss, chiamata a traghettare l’orchestra durante mesi tempestosi, ma non infruttuosi. Il ritorno da remoto, dopo i riusciti appuntamenti nei teatri di pietra in estate e la musica sacra di Monreale in autunno, non ha spento gli entusiasmi: ci si è rimboccati le maniche per affrontare anche questa sfida. Il Cda, presieduto da Maria Elena Volpes, affiancata dal vicepresidente Marco Intravaia e dagli altri consiglieri, ha lavorato d’intesa con il sovrintendente Antonio Marcellino, spesso in silenzio, concentrato sui risultati e mai sulle polemiche.

"Volendo tracciare - ha detto Maria Elena Volpes - un bilancio ideale di fine anno, mi sento di rivolgere un messaggio, in primo luogo, al nostro pubblico che deve giudicare la qualità dell’Orchestra. L’opinione dei nostri spettatori è importante, siamo loro grati, ci hanno dato il coraggio di non mollare, per renderli sempre più orgogliosi, come lo sono io di presiedere la fondazione. A volte sono stata dura e mi scuso, ma è stato necessario: non c’è crescita senza sacrificio. D’altronde non siamo abituati a piangerci addosso e nonostante ogni vero spettacolo esiga un pubblico in 'praesentia' con cui scambiare emozioni e vibrazioni, non abbiamo abdicato alla nostra volontà di essere ambasciatori della cultura siciliana nel mondo; abbiamo sfruttato le potenzialità messe a disposizione dalla moderne tecnologie che abbattono barriere e confini e ci consentono di entrare attraverso un video nei posti più sperduti, per veicolare un segno della capacità artistica siciliana e rendere appetibile la Sicilia attraverso la sua cultura. Ringrazio il sovrintendente Antonio Marcellino per l’impegno e la dedizione totali che ha profuso per promuovere occasioni di crescita per l’orchestra, oggi considerata all’altezza di suonare con i migliori direttori del mondo".

"I mesi difficili del 2020 - ha aggiunto il vicepresidente Marco Intravaia - hanno rischiato di incrinare la fiducia generale e di fronte al futuro. Una sfida ardua da cogliere e vincere per la nostra Fondazione, ma siamo sempre stati circondati dalla fiducia del governo regionale, che ha creduto nel ruolo identitario dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, e del pubblico. Pur in mezzo alle paure e alle difficoltà abbiamo continuato a lavorare e i nostri musicisti a svolgere quello che per loro non è soltanto un lavoro, ma la passione di una vita, cioè suonare. E abbiamo suonato sempre, con il pubblico in teatro o in streaming, rispettando ogni norma di prevenzione e di tutela della salute dei musicisti e degli spettatori, laddove presenti, consapevoli che sebbene l’insondabile sia sempre dietro l’angolo, svolgere il proprio ruolo con scrupolo e consapevolezza è un argine alle paure, allo sconforto e alla sfiducia nei confronti del domani. Se anche quest’ultimo scorcio di anno ci sta riservando delle soddisfazioni, adattandoci alla situazione sanitaria, il merito va in primo luogo ai musicisti e ai lavoratori della Foss che hanno stretto i denti insieme a noi e al sovrintendente Marcellino, in attesa di tornare a guardare negli occhi il pubblico presente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento